Lutto nel mondo della moda milanese: muore Krizia

Aveva 90 anni. Mercoledì alle 11, nella chiesa di Sant'Angelo in via della Moscova a Milano, si svolgeranno i funerali per l'ultimo saluto a un'icona dello stile italiano.

Krizia (frame da YouTube, Edward Aydin)

Si è spenta improvvisamente a Milano, domenica sera, Mariuccia Mandelli, nota nel mondo della moda e non solo come Krizia.

Mercoledì alle 11, nella chiesa di Sant'Angelo in via della Moscova a Milano, si svolgeranno i funerali per l'ultimo saluto a un'icona dello stile italiano. Nel comunicato diffuso per dare la notizia della scomparsa si legge: "Mariuccia, per tutti gli amici, è stata una straordinaria e innovativa stilista di moda che, col nome di Krizia, ha contribuito a creare e sostenere l'affermazione internazionale di un modello di eleganza tipicamente italiano"

Aveva 90 anni (la sua biografia). Bergamasca, aveva avuto una breve esperienza come maestra elementare prima di aprire il primo laboratorio di sartoria a Milano, negli anni Cinquanta. Produce gonne e vestiti semplici, dalla linea essenziale e fresca. Verso la fine degli anni sessanta sposa Aldo Pinto. Nello stesso periodo dà vita a Kriziamaglia, per la quale vengono inaugurati nuovi spazi produttivi a Sesto Ulteriano, e a Kriziababy, con un proprio stabilimento nel bergamasco.

Gli accostamenti arditi, l'uso di materiali insoliti, come la gomma, il sughero e l'anguilla, e le forme audaci le valgono il soprannome di "Crazy Krizia", assegnatole dalla stampa americana. Nel 1995, alla Triennale di Milano, viene presentata la retrospettiva "Krizia. Una storia" per celebrare i quarant'anni di lavoro della stilista. Nel 1999, la New York University le apre, per la prima volta a un fashion designer, la sua Grey Art Gallery, ospitando l'exhibition “Krizia”, con le scenografie di Dante Ferretti. 

In città, 30 anni fa, era anche stato aperto lo Spazio Krizia: un teatro polifunzionale progettato da Piero Pinto nel cortile delle carrozze del Palazzetto Melzi d'Eril, al civico 21 di via Daniele Manin. In grado di accogliere oltre seicento persone, era uno spazio flessibile e facilmente trasformabile grazie ad un sistema di soppalchi e pedane mobili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, file e corse per le scarpe della Lidl (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

Torna su
MilanoToday è in caricamento