rotate-mobile
La novità

A dicembre apre Palazzo Citterio. Ma prima "l'assaggio" con la mostra di Swarovski

La seconda sede della Pinacoteca di Brera è pronta per ospitare le collezioni Jesi e Vitali di arte moderna

Palazzo Citterio, "estensione" della Pinacoteca di Brera, apre al pubblico per la prima volta a giugno 2024, per un mese (dal 17 giugno al 14 luglio), durante la fashion week, ospitando la mostra "Swarovski - Masters of Light", con una selezione di 50 capolavori di marchi italiani (Gucci, Armani Privé, Atelier Versace, Fendi Couture e altri), nonché costumi di scena e gioielli (con il più grande "chaton" di cristallo mai creato) e una collezione di alta gioielleria chiamata "Galaxy".

A dicembre partirà invece l'esposizione delle collezioni di arte moderna degli archivi Jesi e Vitali, attualmente esposte nelle Sale Napoleoniche della Pinacoteca di Brera. Palazzo Citterio, nel 2012, era stato occupato dal collettivo Macao, quando già si parlava dell'ipotesi di utilizzarlo per il raddoppio di Brera. I lavori di restauro sono stati eseguiti tra il 2015 e il 2018. Si era anche immaginata la realizzazione di una passerella per connettere le due sedi, ma l'ipotesi è poi sfumata. Nel frattempo l'apertura della seconda sede della Pinacoteca è slittata in avanti, prima dal 2021 al 2023, poi al 2024. Ora l'attesa sembra volgere al termine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A dicembre apre Palazzo Citterio. Ma prima "l'assaggio" con la mostra di Swarovski

MilanoToday è in caricamento