Giovedì, 24 Giugno 2021
Cultura

Palazzo Marino presenta il Milano Jazzin' Festival

Presentata oggi a Palazzo Marino la terza edizione del Milano Jazzin' Festival. Dal 2 all 22 luglio a Milano all'Arena le grandi star vi danno appuntamento per una serie di concerti estivi. Tra i big Seal, Erykah Badu, Herbie Hancock e Geroge Benson

E' stata presentata oggi a Palazzo Marino la terza edizione del Milano Jazzin’ Festival che si terrà dal 2 al 22 luglio presso l’Arena civica “Gianni Brera”. L’assessore alle attività produttive Giovanni Terzi ha illustrato l’evento, affiancato da Nicola Tolomei di Sicom, da Andrea Prandi di Edison e dal direttore artistico Nick the Nightfly, di RMC.

Il cartellone è molto ricco e in grado di soddisfare i gusti musicali di tutte le età. Il 2 luglio l’apertura del festival sarà celebrata con il concerto gratuito di Nicky Nicolai e Stefano Di Battista presso lo Spazio 16, in zona Bicocca, mentre il 3 luglio, all’Arena civica, sarà la volta della prima data del tour nazionale dei Simple Minds. Il 4 luglio, Steve Copeland, il batterista dei Police, darà vita alla salentina “Notte della Taranta”: lo stesso giorno, a partire dalle ore 18, una Funny Parade composta da artisti del teatro di strada, veicoli eccentrici, musicisti e ballerini del Sud Italia, si snoderà da piazza San Babila fino all’Arena Civica, coinvolgendo i passanti.

Il 5 luglio Sergio Cammariere e Fabrizio Bosso presentano un concerto unico per pianoforte e tromba, il 6 sarà la volta di Maceo Parker, il 7  toccherà all’Enrico Rava New Quintet, mentre l’8 salirà sul palco la quattro volte vincitrice del Grammy, Erykah Badu; poi a seguire, nei giorni successivi si alterneranno gli Steely Dan, i cubani dell’Orquesta Buena Vista Social Club e il cantautore statunitense James Taylor.

Il 16 luglio il protagonista sarà Seal, per l’unica data italiana del suo tour, il 17 sarà presente il sassofonista Jan Gabarek, mentre il 18 toccherà a Peter Cincotti. Il 19 sarà la volta di un evento speciale con i due leggendari pianisti Herbie Hancock e Lang Lang; il 20 il festival farà tappa al teatro degli Arcimboldi per il concerto di George Benson. Infine il 22 chiuderanno l’evento gli inglesi Incognito.

Una serata particolare sarà quella del 14 quando salirà sul palco la BJG Roots Music, la band della Fondazione Pubblicità Progresso (l’ingresso sarà gratuito). Non manca lo spazio dedicato ai più giovani: il 15 infatti l’Arena si trasformerà in un dancefloor per l’arrivo dei 2Many Djs, pionieri dell’elettronica e del mash-up, inoltre il 10, l’11 e il 21 si svolgeranno dei Dj sets ad ingresso gratuito con la partecipazione dei deejays di Radio Montecarlo.

Ogni sera un dj di RMC accompagnerà il pubblico con la sua musica durante il preshow (19:30), mentre al termine di ogni concerto Sala Appiani e parte delle gradinate dell’Arena si trasformeranno in un club all’aperto dove potranno divertirsi gratuitamente al ritmo dei dj sets non solo il pubblico già presente, ma anche coloro che vorranno entrare al termine dei live. Su 20 eventi 5 saranno dunque a ingresso libero, degli altri, 10 saranno a costi contenuti tra i 15 e i 20 euro, mentre gli altri 5 (Seal, Herbie Hancock e Lang Lang, Erykah Badu, Steely Dan e George Benson) avranno prezzi più elevati: in ogni caso bisognerà tenere presente che l’Arena avrà una capacità massima di 6500 posti, di cui 2100 a sedere.

Infine, in seguito alla recente scomparsa di Michael Jackson, il direttore artistico Nick the Nightfly ha annunciato l’intenzione di dedicare al re del pop uno degli aftershow del Jazzin’ Festival. Insomma,  l’estate di Milano, si preannuncia senz’altro movimentata.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Marino presenta il Milano Jazzin' Festival

MilanoToday è in caricamento