Cultura

Riapre l'area archelogica sotto il Duomo

L'area archeologica del Battistero di San Giovanni alle Fonti e dell'abside di Santa Tecla, che si trovano sotto il sagrato di Piazza Duomo, riapriranno lunedì prossimo al pubblico

Nonostate il Duomo abbia bisogno di qualche restauro, l'area archeologica del Battistero di San Giovanni alle Fonti e dell'abside di Santa Tecla riapriranno lunedì prossimo al pubblico, dopo un lungo intervento di restauro.

La zona, che si estende sotto il sagrato del Duomo, era il centro religioso di Milano all'epoca di Sant'Ambrogio. 

Circa 700mila euro sono stati spesi per la ristrutturazione, metà dei quali arrivati direttamente dalla Regione.

Nell'anno e mezzo di durata dei lavori, oltre al rifacimento del percorso per i visitatori e degli impianti elettrici, sono state eseguite nuove indagini sul sito archeologico ed è stato portato a termine il restauro dei resti murari e pittorici.

Riallestite anche le vetrine "in cui vengono esposti i materiali archeologici dei rivestimenti musivi e parietali marmorei che sono stati trovati negli strati di demolizione del battistero e che non erano mai stati messi in evidenza. Sono piccoli frammenti che però consentono di immaginare quello che era il battistero prima della sua demolizione, visto che a Milano le testimonianze di questo periodo ancora visibili sono esigue" ha spiegato Silvia Lusuardi Siena, dell'Istituto di Archeologia della Cattolica. 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre l'area archelogica sotto il Duomo

MilanoToday è in caricamento