menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zubin Metha (foto Brescia e Amisano/La Scala)

Zubin Metha (foto Brescia e Amisano/La Scala)

Covid: la Scala in diretta tv con un'opera completa, il "Salome" di Strauss

Direttore sarà Zubin Metha. L'opera era in programma a marzo 2020 e, alla chiusura delle attività teatrali per Covid, era già parzialmente provata

La Scala è pronta a mettere in scena la seconda opera rappresentata sul palco dopo il lockdown e le chiusure (ancora in essere) per gli spettacoli dal vivo. Sarà "Salome" di Richard Strauss e verrà trasmessa in diretta su Rai 5 sabato 20 febbraio alle 20. La prima era stata "Così fan tutte" di Mozart. 

L'opera "Salome" prevede pochi personaggi e non pone particolari problemi di distanziamento sul palco; si tratta dunque di una scelta di responsabilità. L'allestimento, inoltre, avrebbe dovuto andare in scena dall'8 al 31 marzo 2020. Ma l'emergenza sanitaria Covid aveva fatto cancellare lo spettacolo, interrompendo il 23 febbraio l'attività dei teatri quando le prove erano già avanzate.

La Scala ha cercato di riprogrammare "Salome" nel 2023, ma non è stato possibile trovare date compatibili con gli impegni già assunti dal Maestro Riccardo Chailly, che ha quindi suggerito il nome del Maestro Zubin Mehta, che proprio con "Salome" aveva debuttato a Milano nel 1974. Metha, nel mese di febbraio 2021, secondo la stagione preordinata avrebbe dovuto dirigere alla Scala un "Rigoletto" molto complesso dal punto di vista scenico e dunque si è preferito l'allestimento di "Salome", più semplice dal punto di vista del distanziamento e senza il coro.

La protagonista Elena Stikhina

In scena nei panni della protagonista Elena Stikhina, al debutto scaligero, insieme a Wolfgang Koch come Jochanaan, Gerhard Siegel come Herodes e Linda Watson come Herodias. Dopo gli studi al Conservatorio di Mosca e diversi premi in concorsi come Operalia e Linz, Elena Stikhina si è imposta prima in patria, in particolare al Mariinskij sotto la direzione di Gergiev, e quindi sulla scena internazionale in un repertorio che include in particolare Verdi, Wagner e Puccini in teatri come l’Opéra di Parigi, la Bayerische Staatsoper e il Metropolitan, ma anche Medée a Salisburgo. I suoi prossimi impegni includono Aida a Parigi con Michele Mariotti e Tosca a New York con Yannick Nézet-Seguin.

Metha e la Scala, una storia lunghissima

La cronologia della feconda collaborazione tra Zubin Mehta e la Scala comprende, oltre ai numerosi concerti con i complessi scaligeri, la Los Angeles e la Israel Philharmonic, un vasto repertorio operistico, a cominciare proprio da Salome nel 1974. Come interprete verdiano, Mehta dirige Il Trovatore nel 1978 nell’allestimento di Luchino Visconti, Jérusalem per l’anno verdiano 2001, Aida nell’allestimento di Peter Stein e Falstaff con Ambrogio Maestri e la regia di Damiano Michieletto ambientata a Casa Verdi.

Ricordiamo inoltre un titolo pucciniano, Turandot nel 1976 con l’allestimento di Margherita Wallmann, uno wagneriano, Tannhäuser con la Fura dels Baus, e uno mozartiano, Die Entführung aus dem Serail eseguito nel 2017 per ricordare il ventennale della scomparsa di Giorgio Strehler e il decennale di quella di Luciano Damiani riprendendo lo storico spettacolo che proprio Mehta aveva battezzato al Festival di Salisburgo.

Metha protagonista della Scala dopo il lockdown

Nei mesi scorsi il Maestro è stato tra i protagonisti della ripresa dell’attività del nostro Teatro dopo il lockdown dirigendo quattro recite de La traviata in forma di concerto con Marina Rebeka in settembre e due concerti sinfonici dedicati a Richard Strauss e Gustav Mahler in ottobre. Sabato 6 febbraio 2021 il Maestro ha diretto un concerto sinfonico in diretta streaming sul sito e sulle pagine Facebook e YouTube del Teatro alla Scala con la partecipazione del soprano Chen Reiss.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento