menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la scuola del Piccolo Teatro prolunga il termine del ciclo in corso a luglio 2021

La decisione: il ciclo si sarebbe dovuto concludere nel 2020. Annunciata la ripresa delle lezioni per settembre

La scuola di teatro del Piccolo di Milano rinvia di un anno il termine del triennio in corso: luglio 2021 e non più luglio 2020. Lo rende noto il Piccolo Teatro annunciando anche per giovedì 14 maggio (anniversario della fondazione, avvenuta nel 1947) un video degli allievi, scaturito da questi mesi di isolamento e lontananza dalle aule.

Il 23 febbraio 2020, con la crisi sanitaria da Covid-19, la scuola ha interrotto tutte le lezioni del terzo anno del Corso "Giorgio Strehler" della Scuola del Piccolo Teatro di Milano, intitolata a Luca Ronconi. Sarebbe stato impossibile completare con la formazione a distanza il corso, così gli allievi non hanno potuto concludere il ciclo di studi. «Il Piccolo Teatro sente profondamente la responsabilità di sostenere gli allievi non solo da un punto di vista pedagogico, ma anche, e soprattutto, umano e affettivo, seguendone il percorso fino all’inserimento nel mondo del lavoro», scrive il teatro in una nota ufficiale.

Di qui la decisione di riprogrammare le attività didattiche prolungando il termine del corso. La ripresa delle lezioni dovrebbe avvenire a settembre del 2020. Il Governo non lo ha ancora ufficialmente decretato ma, senza altri intoppi, questo dovrebbe essere per le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. Il bando del nuovo triennio di corso (2021-2024), che era atteso nel mese di maggio, sarà invece pubblicato alla fine di gennaio del 2021 e sarà destinato a candidati tra i 18 e i 26 anni. L'inizio dei corsi è programmato per il mese di settembre dello stesso 2021. 

»Si tratta - dichiara il direttore della scuola, Carmelo Rifici - di una decisione maturata in accordo con Sergio Escobar, direttore del Piccolo, di cui la scuola è parte fondamentale ed integrante, e in perfetta sintonia con Regione Lombardia; una decisione che manifesta il nostro desiderio, in questo momento di incertezza, di essere al fianco degli allievi, supportandoli ed aiutandoli a superare un momento complesso e incerto per il futuro di tutto il teatro, proteggendoli fino a quando la situazione non si sia normalizzata».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento