Cultura Duomo / Via Festa del Perdono

Fuorisalone, le installazioni alla Statale. Foto

Le installazioni dei designer resteranno nell'ateneo Milanese fino al termine della kermesse

Una installazione

È di nuovo Fuorisalone. Martedì 14 aprile nei padiglioni della Fiera di Rho-Pero è iniziato il Salone del Mobile, appuntamento dedicato al design d’interni, e in città ha aperto i battenti il Fuorisalone. Il titolo della mostra-evento, organizzata da Interni, è «Energy for creativity». Nome che rimanda al tema di Expo, «Nutrire il pianeta - Energia per la vita». 

Le installazioni trovano spazio, fino al 24 maggio, in tre punti della città: l’Università degli Studi di Milano, l’Orto Botanico di Brera e Audi City lab. Tre sedi che corrispondono a tre aree concettuali per le quali viene declinato il tema. 

«A Dream for Tomorrow. Looking to the Past to Invent the Future» è il titolo della mostra organizzata in Statale. Allestiti nel cortile d'onore dell'Unimi, «We love We care», progetto Philippe Starck; «Digital Lithic Design», di Raffaello Galiotto, e «10 Metropolitan Tastes in the World», una video installazione di Studio Azzurro. Nella Hall Aula Magna «Irori» progetto Kengo Kuma & Associates. Nei portali degli scaloni «Folklore», progetto Alessandro Michele; nel loggiato Ovest, la mostra «Designing China - Mood-Object». Nel Portico Richini e Portico San Nazaro, la mostra Energia Brasileira Brazil S/A.

A Brera si trova «The Garden of wonders. A Journey Through Scents», un progetto che esplora le possibili sinergie tra il design d'autore e le imprese artigianali che operano nell'ambito del profumo. Mentre negli spazi dell'Audi City Lab si trova una galleria di progetti e un laboratorio di idee, dove design e innovazione diventano dialogo e percorso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuorisalone, le installazioni alla Statale. Foto

MilanoToday è in caricamento