Cultura

Marionette, Carlo Colla e Figli tornano con Excelsior

Dopo il successo del classico natalizio de “I nani burloni”, tornato in scena al Teatro Studio la compagnia marionettistica Carlo Colla & figli torna all’atellier di via Montegani con l’Excelsior, tratto dal balletto di Manzotti

Dopo il successo del classico natalizio de “I nani burloni”, tornato in scena al Teatro Studio dopo anni dall’ultima rappresentazione, la compagnia marionettistica Carlo Colla & figli torna all’atellier di via Montegani con l’Excelsior, un altro storico spettacolo tratto dall’omonimo balletto di Luigi Manzotti, rappresentato per la prima volta al Teatro alla Scala nel 1881.

La versione marionettistica di questo celebre balletto risale al 1895 e da subito lo spettacolo entra nel repertorio dei Colla e nel cuore degli spettatori, che lo apprezzano per più di cent’anni, fino ad arrivare ai giorni nostri.

Lo spettacolo è basato sull’idea ottocentesca del trionfo della scienza sull’oscurantismo, considerato, all’epoca, nemico del progresso e dello sviluppo della civiltà umana. Ognuno dei quadri che compongono la narrazione è dedicato alle varie invenzioni che hanno segnato una svolta epocale nella storia dell’ottocento: dal battello a vapore alla pila di Alessandro Volta,  dal telegrafo alla lampadina di Edison, fino alle grandi trasformazioni del territorio come il canale di Suez e il traforo del Monte Frejus, considerati veri miracoli di ingegneria e testimonianze della vittoriosa sfida raccolta dalla scienza, che all’epoca appariva sconfinata e destinata a raggiungere traguardi sempre più importanti.

Queste idee che stanno alla base dello spettacolo sono state trasposte nell’ambito del teatro delle marionette, realtà chiaramente più limitata rispetto alle grandi scene scaligere ma non per questo meno coinvolgente e spettacolare. Gli effetti speciali e l’elevato numero di figure, veri “marchi di fabbrica” della compagnia, fanno sì che lo spettacolo non abbia nulla da invidiare alla rappresentazione autentica, dai toni e dallo sfarzo tipico del balletto di fine ottocento.

L’abilità dei marionettisti permette ai loro alter ego di legno evoluzioni più complesse rispetto ai ballerini in carne ed ossa ma questo non pregiudica la naturalezza dei movimenti secondo la “regola” della compagnia per cui le marionette rispondono alle stesse leggi fisiche degli esseri umani e per questo le loro mosse devono rispettare la realtà. L’Excelsior sarà in scena all’Atellier Carlo Colla & Figli di via Montegani 35/1 fino al 31 gennaio.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marionette, Carlo Colla e Figli tornano con Excelsior

MilanoToday è in caricamento