Martedì, 18 Maggio 2021
Cultura

The Inner Make Up: l'inside out della bellezza

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

È appena stato lanciato sul Web una campagna di crowdfunding per un’iniziativa di grande valore sociale e umano, The Inner Make Up: l'inside out della bellezza. Ideatrice di questo progetto è Dominga Ciavarella, 39 anni coach aziendale, operante nel mondo del beauty da oltre 11 anni. Dominga è anche product trainer e retail coach per lo sviluppo delle risorse umane e del sell out.

The Inner Make Up prevede il lancio di una linea di cosmetici “socialmente utili”, ovvero che possano essere un sostegno alla bellezza recisa di quelle donne che si vedono deturpare a causa di malattie oncologiche.

Con questo progetto si vuole proporre una nuova ideologia di bellezza che guardi alla riscoperta del capitale creativo e umano, delle risorse interiori e dell'autenticità di ognuno di noi. Bellezza come bene socialmente condiviso e non oggetto effimero, legato al mondo del lusso e del fashion.

Il lancio di questa linea di cosmetici fruibili post cure oncologiche e durante il decorso delle pazienti, sarà strutturato in tutti i suoi passaggi come una vera e propria StartUp. Verranno definite le formule del cosmetico secondo le tecnologie indicate dai chimici e dai medici del settore, ne verrà approvata la certificazione e sviluppato un struttura E-commerce per la distribuzione su piattaforma digitale.

Sarà aperto un protocollo per ogni prodotto make up, che verrà rigorosamente testato su un campione di donne volontarie coinvolte nel percorso della malattia. La linea di trucchi che si vuole creare risponderà ai bisogni specifici di quelle donne che perdono momentaneamente o periodicamente la loro peluria cigliare e sopraccigliare, i capelli e che vedono mutare il loro colorito per via delle cure. Grazie a prodotti sicuri e funzionali, le pazienti si vedranno restituire l’immagine e l’identità rubata.

I fondi della campagna di crowdfunding serviranno per le seguenti operazioni: preparazione delle formule cosmetiche con definizione di brevetti da affidare ad un laboratorio medico, sviluppo del prodotto, test e certificazioni finali, implementazione di una struttura E-commerce. Il traguardo della raccolta è di 3.000 euro che serviranno a coprire la prima parte del progetto, quella legata all'avvio di una iniziale produzione, comprensiva dell'acquisto delle materie prime per la formulazione e la ricerca di tecnologie innovative.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

The Inner Make Up: l'inside out della bellezza

MilanoToday è in caricamento