rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cultura Montenapoleone / Via Montenapoleone

Tombini artistici in via Montenapoleone: la mostra delle case di moda

24 tombini d'autore, con le idee delle case di moda

I protagonisti della moda italiana “vestono” di creatività e colore i tombini del centro città in vista di Expo con la mostra open air “Sopra il Sotto – Tombini Art raccontano la Città Cablata”.

In via Montenapoleone. Un progetto di Metroweb nato da un’idea di Monica Nascimbeni, con il patrocinio del Comune di Milano, in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana e in partnership con Oxfam Italia.

“Questa terza edizione della mostra ha saputo declinare il tema di Milano capitale della moda e del design - ha spiegato l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Moda e Design Cristina Tajani -: viene proposto il tombino come oggetto urbano, degno di diventare soggetto dell’opera dei più grandi stilisti della moda italiana e, al tempo stesso, simbolo della città più cablata d’Europa e prima smart city in Italia. Il progetto fonde la città intelligente con quella creativa e innovativa, in una mostra che, coniugando i colori e le linee proposte dalla principali maison, porta il gusto del bello e del ben fatto giù dalle passerelle direttamente nelle strade del centro città”.

Tombini artistici in Montenapoleone (foto Melley/MilanoToday)

Da martedì 24 febbraio sino a gennaio 2016 saranno visibili, in un insolito percorso artistico tra via MonteNapoleone e via Sant’Andrea, 24 tombini d’autore, pezzi unici e originali, cesellati a rilievo e dipinti a mano, pensati e ideati appositamente dagli stilisti che hanno aderito con entusiasmo al progetto: Giorgio Armani, Just Cavalli, Etro, Missoni, Larusmiani, Laura Biagiotti, Costume National, Moschino, 10 Corso Como, Prada, Trussardi, DSquared2, Versace, Iceberg, Brunello Cucinelli, Hogan, Alberta Ferretti, Valentino, Salvatore Ferragamo, Emilio Pucci, Giuseppe Zanotti Design, Ermenegildo Zegna.

Due tombini dei 24 in mostra sono stati progettati da giovani promesse dello stile: Metroweb ha infatti realizzato un contest in collaborazione con l’Istituto Marangoni di Milano, al quale hanno partecipato gli studenti. Una giuria composta da rappresentanti di Metroweb, Istituto Marangoni e Camera Nazionale della Moda Italiana, ha selezionato due giovani fashion designer che hanno meglio interpretato il concept della mostra, Alessandro Garofolo e Santi, che avranno la soddisfazione di veder realizzato il loro tombino in via Montenapoleone.

Come per le scorse edizioni, a chiusura della mostra open air (gennaio 2016) i tombini Art, dopo un attento restauro, saranno battuti all’asta da Christie’s. Il ricavato sarà interamente devoluto a favore dell’organizzazione non profit Oxfam Italia, Civil Society Participant di Expo 2015. I proventi contribuiranno così alla realizzazione di attività rivolte al miglioramento delle condizioni socio-economiche di circa 20mila persone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tombini artistici in via Montenapoleone: la mostra delle case di moda

MilanoToday è in caricamento