Cultura

Vini e arte a un 'ora da Milano

A Varzi (Pv) arriva 'Vartweek', tra laboratori, incontri e spettacoli

Foto da Ig/portaleoltrepopavese

Ottimi vini, arte e uno scenario spettacolare. Questi gli ingredienti principali di Anteprima VartWeek 2022: appuntamento a Varzi (Pv) dal 20 al 24 giugno.

Progetto culturale con ampie ricadute economiche e sociali, realizzato con il contributo di Regione Lombardia, Vartweek è una quattro giorni di laboratori, incontri e spettacoli con artisti di levatura internazionale. Dal 2022, VartWeek diventerà un appuntamento annuale, un percorso contemporaneo per risvegliare l'identità di un territorio, valorizzandone gli antichi mestieri che hanno un collegamento con la parola arte e la cultura.

Colline, vini e castelli: ecco la Borgogna a un'ora da Milano

In programma attività per i più piccoli, masterclass, spettacoli e un grande brindisi finale. Domenica si parte con laboratori con i ragazzi nelle 'cantine storiche' in via del Mercato (residenze antiche sedi di commercio sulla via del sale), aperte per parlare dell’arte di fare il pane e il salame, in collaborazione con il Consorzio tutela Salame di Varzi Dop. Torna, poi, il percorso artistico che coinvolgerà gli studenti del Volta di Pavia e altri artisti del luogo con la pittura delle saracinesche nel centro storico, ispirate a fotografie in bianco e nero che raffigurano la vecchia Varzi d’arte e mestieri.  

Per i sensi del gusto, del tatto, della vista e dell’olfatto in arrivo anche due masterclass, eventi di degustazione, in programma nella piazzetta Aldo Moro, accanto alla Torre delle Streghe, con la regia del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese. Prima i più giovani parteciperanno ad un percorso sensoriale per un "battesimo" degustativo: succhi, erbe, frutta e spezie saranno guide spirituali di questo avviamento alla degustazione 'no wine' curata dalla sommelier Gaia Servidio, esperta ed artista di vini e di abbinamenti enogastronomici. A seguire una classica masterclass di vini, ad invito, condotta dal direttore del consorzio tutela vini OP, Carlo Veronese, racconterà l’esperienza multisensoriale dei vini “identitari” del Territorio: dall’antipasto al dolce, secondo lo schema rodato intitolato “Perle d’Oltrepò” che propone 6 etichette a denominazione dal Pinot nero Metodo Classico DOCG anche in versione Cruasé, al Riesling Doc, alla Bonarda Doc, al Pinot nero Doc in rosso,  al Sangue di Giuda Doc.

Due grandi testimonial internazionali per Anteprima Vartweek: l’artista contemporaneo Stefano Bressani che inizia domenica 20 il suo percorso in questa sua nuova residenza d’arte e Emanuele Servidio, tenore vogherese che gira il mondo con la sua voce incredibile, che mette in scena “Vino è lirica”, uno spettacolo che pesca da un classico repertorio lirico, ma si concede brindisi inaspettati anche da altri generi, per valorizzare con la musica e lo spettacolo l’emozione del "nettare degli dei". Alle ore 20 e 30 nella piazza del Municipio di Varzi (Umberto I), ingresso libero secondo le regole Covid-19. Sul sito dell'iniziativa il programma completo.

L'iniziativa

"Desidero congratularmi - afferma l'assessore all'Autonomia e Cultura di Regione Lombardia, Stefano Bruno Galli - con l'Amministrazione municipale di Varzi, per questa proposta culturale innovativa e anche molto interessante e suggestiva. Regione Lombardia sostiene con convinzione VartWeek per l'elevata qualità degli appuntamenti proposti e per la sua impostazione di fondo che consiste nel creare sinergie e inedite forme di collaborazione con una pluralità di soggetti territoriali. Sono convinto, infatti, che cultura sia la leva privilegiata per ricomporre la socialità disgregata dalla lunga stagione pandemica. E il modo migliore per farlo consiste nel valorizzare l'identità territoriale, rinnovando i vincoli di solidarietà e l'orgoglio di appartenenza di una comunità. ArtWeek si propone di farlo coniugando tradizione e innovazione, antichi mestieri e nuove suggestioni contemporanee, proponendosi quale meta del turismo esperienziale".

"Questa bella manifestazione - conclude l'assessore Galli - è sorretta dall'idea, da me sostenuta da anni e condivisa sino in fondo, che la cultura sia un eccellente volàno per lo sviluppo economico e sociale del territorio, che è una costruzione sociale. Si configura, infatti, come un investimento nelle attività economiche e produttive e nel capitale sociale, offrendo intelligenti occasioni di crescita e di sviluppo su entrambi i fronti. Con VartWeek, Varzi rivendica, e lo fa con grande senso di responsabilità, la sua vocazione a imporsi quale epicentro e guida delle comunità che insieme costituiscono l'Alto Oltrepò pavese".

Varzi, il territorio

Nel territorio di Varzi, piccolo e affascinante borgo medievale con una storia di più di mille anni, noto anche per il suo salame, e centro nevralgico dell'appennino delle 4 province, risiedono 3.138 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia, ma il comune riveste un ruolo strategico per l'intero territorio dell'Alto Oltrepò Pavese (17mila abitanti circa) in qualità di 'capoluogo economico e culturale' dell'Oltrepò Montano nonché di Ente capofila e di coordinamento della Strategia Nazionale per le Aree interne che, promossa da Regione Lombardia, attua politiche di sviluppo e coesione sociale lungo l'intero ciclo della programmazione comunitaria 2014-2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vini e arte a un 'ora da Milano

MilanoToday è in caricamento