Domenica, 14 Luglio 2024
Dossier L'inchiesta

Cinema, musica e petrolio: così camorra e ’ndrangheta riciclavano nel Quadrilatero della Moda a Milano

Una inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Roma che ha portato al sequestro di 131 milioni di euro e all'arresto di 18 persone ha rivelato un presunto sistema di riciclaggio di denaro sporco dei clan con vari terminali nel centro di Milano. Ecco dove

Le vie del riciclaggio di denaro sporco sono infinite. E puntano dritte al cuore di Milano. Più precisamente al Quadrilatero della Moda, al civico 8 di via Monte Napoleone. Qui, infatti, ha sede una società finita nel mirino della direzione distrettuale antimafia e della Dia di Roma, che hanno coordinato l’inchiesta che martedì 9 luglio ha portato al sequestro di 131 milioni di euro e all’arresto di 18 persone, fra cui Antonio Nicoletti, figlio dello storico cassiere della Banda della Magliana, Enrico, e Vincenzo Senese, figlio del camorrista Michele ’o Pazzo, uno fra i più potenti boss della Capitale. Coinvolto anche il produttore Daniele Muscariello

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Sullo stesso argomento

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento