rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Dossier Criminalità Casoretto / Via Arquà

La casa lager a Milano: venti persone ammassate in una stanza in attesa del "game"

Due cittadini bengalesi denunciati dai carabinieri con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Da un mini market a un bilocale, passando per la stazione: quali sono i punti in città sulla rotta degli scafisti di terra

Quando parla del suo viaggio dice la parola "game". Gioco. Evidentemente chi lo ha costretto a intraprendere quella traversata nel cassone di un tir doveva avergli fatto credere che era una passeggiata. Una sorta di gioco dell'oca, con pedine tragicamente umane, che però qualche settimana dopo lo ha fatto finire nel sottoscala di un minimarket di Milano insieme ad altri sette uomini. Tutti chiusi a chiave lì dentro, quasi che quel locale fosse la "pancia" di una delle carrette del mare che sfidano le onde e la morte. Loro - il 25enne Israfil, bengalese del Manikganj - e tutti gli altri attendevano gli scafisti, ma quelli di terra, quelli in grado di farli sparire dall'Italia e di farli riapparire oltre la frontiera, in Francia o Svizzera che sia. 

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Sullo stesso argomento

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento