rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Dossier Pedofilia in rete/1

Come i pedofili adescano le vittime online

Approccio, fiducia, scambio di immagini e senso di colpa che spesso portano il rapporto anche fuori dal virtuale. A Milano un arresto al mese per detenzione e vendita di materiale pedopornografico

Tutto inizia con una reazione a una storia di Instagram. Un cuore, un applauso, una faccina sorridente. Seguite immediatamente da uno di quei messaggi che appaga il desiderio di essere apprezzati: “mi piace molto il tuo profilo”. Ecco come i pedofili adescano online le proprie vittime. Un fenomeo che a Milano vale in media un arresto al mese. L'inchiesta di Dossier

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento