rotate-mobile
Dossier L'influenza del Cremlino

Così la propaganda russa è arrivata dentro Regione Lombardia

Nel 2016 il Consiglio regionale approvava una risoluzione della Lega contro le sanzioni dell’Unione Europea verso Mosca dopo l’annessione della Crimea. Nel 2022 la risoluzione è stata ritirata, ma sono emersi particolari sulla lobby che l'ha spinta

La risoluzione pro Russia contro le sanzioni del 2016 è stata ritirata qualche mese dopo lo scoppio della guerra in Ucraina nel 2022. Tuttavia, la scrittura di quell'atto e l'impegno del Consiglio regionale verso le istanze di Mosca hanno avuto una regia che oggi siamo in grado di rivelare e che andava ben oltre le sensibilità dei consiglieri della Lega firmatari del provvedimento

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Sullo stesso argomento

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento