rotate-mobile
Dossier Non chiamatele spie

Il destino di chi denuncia in azienda

Il caso del dipendente di Atm licenziato dopo aver denunciato la centrale dei biglietti clonati dentro l’azienda riporta alla mente esempi analoghi sul percorso di chi segnala anomalie nelle aziende pubbliche e private

Non è un Paese per segnalatori. Messa così dice poco. Ancora meno forse utilizzando il termine “whistleblower”, tecnicamente colui che fischia nel fischietto e dà l’allarme. In italiano non esiste una parola egualmente efficace per descrivere il dipendente di un’azienda che denuncia un comportamento interno all’azienda stessa ritenuto scorretto. Anzi, i termini più vicini hanno accezioni...

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Sullo stesso argomento

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento