rotate-mobile
Dossier Violenza ostetrica

Mancano anestesisti, epidurali non garantite: alle radici della violenza ostetrica

In molti ospedali lombardi la parto-analgesia spesso non viene effettuata, anche se è un diritto delle donne. Nei corsi di accompagnamento alla gravidanza si sponsorizzano pratiche naturali per questioni esclusivamente ideologiche

“Chiudevo gli occhi e perdevo i sensi”. Daniela (nome di fantasia, ndr) sveniva per il dolore, che durava ormai da 24 ore. Per lei era solo l’inizio. Prima della nascita di suo figlio, quattro anni fa, ne avrebbe dovute aspettare altre 12. Ha chiesto l’epidurale, un’anestesia locale che toglie le fitte delle contrazioni, rende meno traumatico il travaglio e lascia le energie alla...

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento