rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Dossier La vicenda / Turro / Via Carlo Esterle, 15

La moschea di Milano ha già un sacco di problemi

L’edificio degli anni '30 di via Esterle che ospitava i bagni pubblici sarà la sede della prima moschea milanese. Ma in questa struttura ci abitano da più di 6 anni 40 persone che, pure lavorando, restano escluse dal mercato degli affitti in città

A poco più di due isolati di distanza, lungo via Padova, la Casa della cultura islamica e gli ex bagni pubblici di via Esterle, abbandonati per anni, sono legati da un filo doppio. L’edificio rettangolare di epoca fascista accoglierà la prima moschea di Milano e gli oltre 2.500 fedeli che ogni venerdì fanno a turno per pregare in un garage riadattato della zona. Appeso alla vetrata del...

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento