Ospedali milanesi, Italtel si aggiudica appalto da 12 milioni per infrastrutture digitali

Si parte con Niguarda, Tumori e Pini

La multinazionale Italtel ha vinto un appalto da 13 milioni di euro indetto dall'azienda sanitaria territoriale Niguarda per la gestione in outsourcing, attraverso un accordo quadro della durata di cinque anni, dei servizi di gestione delle infrastrutture multivendor di fonia-dati-unified collaboration-sicurezza e Noc (Network Operation Center) per gli ospedali pubblici di Milano e Città metropolitana.

Le prime tre strutture ad essere attivate saranno Niguarda, Istituto Tumori e Gaetano Pini; tra gli altri enti che progressivamente potrebbero attivare i servizi ci sono il Policlinico, il San Paolo-San Carlo, il Fatebenefratelli-Sacco, Rho, Cinisello-Sesto, Lodi, Ovest Milanese, Melegnano e Besta.

«In questo periodo così critico per il sistema sanitario, siamo orgogliosi di poter offrire il nostro supporto e le nostre competenze a questi grandi ospedali milanesi per la migliore gestione delle loro infrastrutture digitali, anche in ottica evolutiva verso le tecnologie più innovative necessarie per migliorare l'operatività e la qualità dei servizi erogati», dichiara Giovanni Salerno, responsabile private & public sector market unit di Italtel: «Le infrastrutture digitali sono un elemento cruciale per l'operatività di strutture complesse come quelle degli ospedali e l'emergenza sanitaria ce lo ha confermato. Con i nostri tecnici sapremo attuare sul campo interventi complessi quali le evoluzioni infrastrutturali senza alcuna discontinuità sull'attività delle Asst, proporre soluzioni innovative - ad esempio in logica cloud - e operare in tema di cybersecurity per identificare, mitigare e prevenire i rischi».

«Italtel - si legge in una nota della multinazionale - coopererà in modo trasparente con gli enti sanitari e con gli altri fornitori coinvolti per portare valore aggiunto, realizzando un modello di erogazione dei servizi integrato e sinergico basato sul monitoraggio continuo degli indicatori contrattuali e dei relativi Key Performance Indicator (KPI)». I servizi saranno erogati da personale specializzato Italtel che opererà presso le strutture ospedaliere.

L'impegno negli ospedali durante l'emergenza Covid-19

Dall’inizio dell’emergenza da Covid-19 gli specialisti Italtel hanno lavorato, e continuano a farlo, sul campo in diversi ospedali di Milano, tra cui Niguarda e il nuovo polo ospedaliero del Policlinico presso la Fiera per realizzare in tempi stringenti le infrastrutture necessarie al potenziamento delle terapie intensive, all’ampliamento dei reparti nel rispetto delle norme di distanziamento, all’approntamento delle zone destinate ai pazienti in via di dismissione dopo aver superato la fase acuta della malattia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

Torna su
MilanoToday è in caricamento