Martedì, 22 Giugno 2021
Economia

Arese: operai dell'Alfa in rivolta contro i licenziamenti “ingiusti”

Una sessantina di lavoratori dell'Alfa Romeo di Arese hanno bloccato i cancelli dello stabilimento, questa mattina, per protestare contro il licenziamento di due sindacalisti da parte di Innova Service, l'azienda che gestisce le portinerie. I due dipendenti sarebbero stati congedati per “motivi disciplinari”, ma per i colleghi “è uno sfregio ai diritti dei lavoratori”

Blocco dei cancelli, questa mattina, allo stabilimento della Alfa Romeo di Arese. Una sessantina di lavoratori sono scesi per protestare contro il licenziamento di due rappresentanti sindacali, da parte di Innova Service, l'azienda che gestisce le portinerie.  I due delegati dello Slai-Cobas, Renato Parimbelli e Carmelo D'Arpa, sarebbero stati congedati per “motivi disciplinari”, ma per i colleghi “è uno sfregio ai diritti dei lavoratori”. “Il prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi ci ha garantito che i delegati sarebbero stati reintegrati, ma finora non c'é stato nessun gesto concreto”, ha spiegato Corrado Delle Donne, coordinatore dello Slai-Cobas. La sigla sindacale ha anticipato possibili disordini nei prossimi giorni e presidi a sorpresa davanti ai cancelli della fabbrica.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arese: operai dell'Alfa in rivolta contro i licenziamenti “ingiusti”

MilanoToday è in caricamento