menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Artigiano in Fiera, è iniziato il conto alla rovescia

Intiglietta: «I visitatori qui “portano a casa” un’esperienza umana»

È iniziato il conto alla rovescia per Artigiano in Fiera - in programma a Fieramilano (Rho-Pero) dal 1° al 9 dicembre (ore 10-22) - ormai ampiamente riconosciuto come uno degli eventi più importanti della tradizione milanese, ma anche italiana e internazionale.

Il cuore di Artigiano in Fiera è rappresentato dalla presenza di oltre tremila espositori, provenienti da tutti i Paesi del mondo, che si danno appuntamento a Fieramilano per testimoniare che si può lavorare con passione, con il desiderio di fare qualcosa di bello, di buono e di utile per gli altri.

«Quello dei nostri artigiani è un modo di concepire il lavoro di per sé unico: essi portano in fiera il loro cuore, la loro storia, la tradizione e la cultura a cui appartengono - racconta Antonio Intiglietta, presidente di GE.FI., Gestione Fiere Spa, la società organizzatrice di Artigiano in Fiera - Questa è la ragione per cui tanta gente è entusiasta raggiungere la manifestazione: i visitatori non acquistano, semplicemente, un prodotto ma “portano a casa” un’esperienza umana».

Autenticità, originalità e qualità sono le caratteristiche che accomunano i prodotti di Artigiano in Fiera, perché «la materia prima viene utilizzata con grande rispetto: dietro a ogni prodotto c’è un cuore, un pensiero, un’autenticità e un’originalità che è proprio l’espressione di chi lo fa, della sua storia, della sua tradizione, di ciò che ha imparato nella vita, che comunica agli altri e ha a cuore che sia fatto bene».

«Questo modo di concepire l’economia e il lavoro - prosegue Intiglietta - ha al centro la persona che costruisce e crea, per sé e per gli altri. Questa relazione umana in fondo è quella che in tanti desideriamo, immaginando un mondo migliore».

La ventitreesima edizione della rassegna promette tantissime novità, specialmente in tema di degustazione, menu e ricette, con 41 ristoranti previsti e 21 luoghi del gusto: «Tanti dei nostri espositori provengono dai settori agroalimentare ed enogastronomico, comparti importanti perché la trasformazione della materia diventa un’occasione per conoscere gli odori, i sapori, le culture del mondo. È un’esperienza anche questa, fa parte della grande esperienza di Artigiano in Fiera, che è il villaggio delle arti e dei mestieri, delle storie e delle culture del mondo».

Rinnovata sarà anche la proposta in fatto di saloni. Con La tua Casa, nel padiglione 4, la manifestazione presenterà soluzioni adeguate per soddisfare i bisogni dell’abitare; sempre nello stesso padiglione c’è anche l’Atelier della Moda e del Design, in cui le proposte saranno uniche, originali ed eccellenti. Il padiglione 6 invece è il regno di chi ama le arti manuali con il Salone della Creatività, in cui da spettatori si diventa protagonisti tra corsi, dimostrazioni e una valanga di curiosità per stimolare la mente e la fantasia di grandi e piccini.

Raggiungere Artigiano in Fiera, poi, è davvero molto semplice: oltre alle tratte di Trenord, al sistema infrastrutturale del Nord Italia e delle metropolitane milanesi, grazie a Italo, la manifestazione sarà raggiungibile da tutta Italia attraverso una rete di ben 22 collegamenti giornalieri. Per scoprire tutte le novità di quest’anno, è possibile visitare il sito www.artigianoinfiera.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Il calcolatore che stima quando sarà il tuo turno per il vaccino anti-covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento