Economia

Ambulanze contro l'asta della Regione: "Ci fanno lavorare sottocosto"

Secondo i dati, la cifra dell'appalto per il trasporto ospedaliero in 20 strutture non copre nemmeno i costi del personale. I dipendenti a Milano sono in tutto circa 200

Repertorio

13 euro all'ora per ogni soccorritore (volontario o dipendente) di ambulanza, contro i 17 euro citati nella tabella ministeriale. E' con queste due cifre che si può fotografare la crisi delle ambulanze a Milano e dintorni, dovuta alla necessità di risparmiare da parte della pubblica amministrazione: in questo caso Arca, la centrale di acquisti di Regione Lombardia. Che, nel prossimo bando sui servizi di trasporto per una ventina di ospedali di Milano e hinterland, quantifica al ribasso il pagamento dei lavoratori.

A rischiare sono soprattutto le cooperative, che hanno prevalentemente personale assunto e pagato. Che, è vero, possono servirsi di volontari, ma solo entro il limite della metà del numero totale di soci. Stiamo comunque parlando di circa 200 persone, dipendenti delle ambulanze che oggi gestiscono i venti ospedali coinvolti: 200 persone il cui posto di lavoro è più o meno a rischio.

Alcune cooperative sottolineano che il personale dipendente sarebbe in grado di fornire maggiori garanzie di qualità ai pazienti, perché opera tutti i giorni, mentre un volontario solitamente lo fa una volta alla settimana o una ogni due settimane. Insomma, il volontario impiega molto più tempo del dipendente per acquisire lo stesso grado d'esperienza. Come a dire: impossibile rinunciare ai dipendenti.

Per la cronaca, il bando di Arca riguarda gli ospedali Niguarda, Policlinico, Mangiagalli, De Marchi, Gaetano Pini, Cto, Besta, Sacco, Fatebenefratelli, Buzzi, Melloni, San Carlo e San Paolo. E ancora, fuori città, gli ospedali di Rho, Bollate, Cinisello, Sesto San Giovanni, Desio e Monza. Il valore dell'asta è di 37 milioni di euro per 18 mesi rinnovabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambulanze contro l'asta della Regione: "Ci fanno lavorare sottocosto"

MilanoToday è in caricamento