L'avventura dei girasoli di De Angelis alla frutta parte di Milano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

La nuova avventura dei girasoli alla frutta inizia dal centro nevralgico di Milano, con le zone di ristorazione relative al Duomo a fare da protagoniste, grazie ad eventi gastronomici a tema organizzati dall'azienda che li mette in commercio che si susseguiranno per il resto di un'estate che si preannuncia più lunga del previsto.

E' nuova linea di girasoli con il marchio "Più Voglia" con la particolarità di avere al loro interno un ripieno alla frutta, lanciata in questi giorni sul mercato dall'azienda di Veronese, Armando De Angelis, ad iniziare proprio dalla zona di Milano, a sorpresa una delle più importanti in Italia nel consumi di alcuni prodotti di punta realizzati dalla società scaligera come ad esempio i tortellini ai peperoni e al radicchio o la pizza pronta ai sapori del sud. Una novità assoluta, quella dei tortellini, o meglio dei girasoli al limone, mela, pera e alla ricotta, che contribuirà secondo i vertici societari ad un forte incremento per quanto riguarda il giro di affari 2013, che dovrebbe toccare i 27 milioni di euro.

"Con le nostre novità cerchiamo di aumentare le quote di mercato, anche se in questi ultimi anni siamo cresciuti un po' in tutti i settori", afferma Emanuele Attanasio, direttore generale dell'azienda scaligera, che produce anche pasta fresca e pizze, "infatti incrementeremo anche quest'anno con il volume di affari, e visti i risultati dei primi mesi dell'anno in corso in cui registriamo un +20% rispetto al medesimo periodo del 2012, crediamo di poter arrivare a quota 27 milioni entro fine anno". Con un progetto ben definito l'azienda sta anche per effettuare un completo restyling nel campo della pizza pronta, che uscirà prossimamente sul mercato con il marchio Armando De Angelis, abbandonando così la precedente denominazione "I Piaceri Del Forno". Una nuova pizza dedicata a Milano e alla sua gente, magari con un richiamo al Duomo è in fase di studio, e comprenderà con ogni probabilità l'utilizzo di formaggi di vario genere. Con circa 90 dipendenti all'attivo la società si è da poco impreziosita dell'aiuto professionale di una nuova figura che seguirà da vicino tutte le operazioni commerciali e non relative al settore dell'esportazione.

Torna su
MilanoToday è in caricamento