Economia

Milano, capitale del carpooling: 10mila posti condivisi ogni weekend. Le novità BlaBlaCar

Viaggiare con BlaBlaCar diventa ancora più facile e comodo. Dal 14 marzo BlaBlaCar, la più grande piattaforma per il carpooling al mondo, introduce il BlaBlaPass e un nuovo sistema di prenotazione. Le informazioni

BlaBlaCar

Viaggiare con BlaBlaCar diventa ancora più facile e comodo. Dal 14 marzo BlaBlaCar, la più grande piattaforma per il carpooling al mondo, introduce il BlaBlaPass e un nuovo sistema di prenotazione che consente maggiore libertà e flessibilità ai viaggiatori. L’acquisto del BlaBlaPass permette ai passeggeri di prenotare infiniti viaggi senza pagare le commissioni sui singoli posti in auto e offre una comunicazione più rapida e diretta tra i passeggeri e i conducenti prima della prenotazione, anche al telefono o via sms. Il nuovo sistema di prenotazione consente inoltre agli automobilisti di scegliere se ricevere i contributi alle spese online, sul proprio conto, oppure in contanti al momento del viaggio. I BlaBlaPass disponibili dal 14 marzo 2018 sono due: uno semestrale, per i passeggeri abituali, al prezzo lancio di 1,99 euro, e uno settimanale, per chi cerca passaggi solo occasionalmente, al prezzo lancio di 1,50 euro. L’utilizzo della piattaforma resta gratuito per tutti i conducenti che desiderano offrire i posti in auto disponibili a bordo del loro veicolo.

Il cambiamento avrà sicuramente impatto sui viaggiatori del capoluogo lombardo: fin dall'arrivo di BlaBlaCar sul territorio nazionale, nel 2012, Milano si è imposta come la capitale italiana del carpooling. Due delle principali tratte nazionali, la Milano-Genova e la Milano-Padova, partono proprio dal capoluogo lombardo. E sono oltre 10.000 i posti in auto condivisi a Milano ogni fine settimana; in città, tra le 17.00 e le 20.00 di un qualsiasi venerdì sera, si contano 5 auto BlaBlaCar in partenza ogni minuto. Per la maggior parte, i viaggiatori in partenza da Milano ogni weekend sono lavoratori e studenti che in BlaBlaCar fanno rientro nella loro città di origine, per rivedere i famigliari e gli amici, e che scelgono il carpooling per tre ragioni: per ammortizzare i costi di benzina e pedaggio o risparmiare rispetto ad altre soluzioni di viaggio; per accorciare i tempi di percorrenza grazie alla comodità dell'auto; e per l'esperienza sociale che solo il carpooling consente di vivere, facendo entrare in relazione per qualche ora persone che non avrebbero altrimenti avuto modo di conoscersi.
Il prossimo grande esodo in carpooling da Milano è atteso per Pasqua, tra giovedì 29 marzo e lunedì 2 aprile.

«L’introduzione del BlaBlaPass costituisce un’evoluzione del nostro modello di business: ci permette di mantenere sostenibile la piattaforma e di continuare a investire in innovazioni tecnologiche», spiega Andrea Saviane, country manager Italia di BlaBlaCar, che nel 2015 aveva introdotto in Italia il sistema di prenotazione online utilizzato con successo fino a oggi. «Da oltre cinque anni il nostro obiettivo è offrire agli utenti la miglior esperienza di viaggio possibile. Ancora una volta, abbiamo scelto di cambiare sulla base dei suggerimenti della nostra community, che chiede maggiore libertà nelle comunicazioni tra passeggeri e conducenti prima dell’effettiva prenotazione e maggiore flessibilità nella ricezione e nel versamento dei contributi alle spese. Per rendere possibile tutto questo, abbiamo creato il BlaBlaPass e il nuovo sistema di prenotazione che, con la sua semplicità, si integra alla perfezione con i nostri obiettivi a lungo termine: avere un BlaBlaCar ovunque ci sia una strada».
 

Che cosa cambia per i passeggeri dal 14 marzo 2018

I passeggeri non devono più versare una commissione per ogni posto in auto prenotato su BlaBlaCar: basta scegliere e acquistare il BlaBlaPass più adatto alle proprie esigenze per poter prenotare tutti i viaggi che si desiderano durante il periodo di validità del BlaBlaPass, versando solo il contributo alle spese del conducente (online o in contanti, in base alla preferenza dell’automobilista). I BlaBlaPass disponibili sono due: uno semestrale, per i viaggiatori abituali, e uno settimanale, per chi cerca passaggi solo occasionalmente, e sono in offerta lancio fino a giugno: il BlaBlaPass semestrale a 1,99 euro (anziché 14,99 euro) e il BlaBlaPass settimanale a 1,50 euro (anziché 2,99 euro). Alla sua scadenza, il BlaBlaPass non si rinnova mai automaticamente.
Grazie al BlaBlaPass i passeggeri possono contattare i conducenti liberamente, anche via sms o al telefono, prima di effettuare la loro prenotazione: dai dubbi circa la dimensione del bagaglio a quelli sull’itinerario, la comunicazione sarà più facile e veloce.
Anche con il BlaBlaPass i passeggeri effettuano la prenotazione del proprio posto in auto attraverso la piattaforma, mantenendo tutti i vantaggi che questo comporta come la possibilità di vedere i profili degli altri passeggeri prenotati in auto e quella di beneficiare dell’assicurazione aggiuntiva gratuita fornita con AXA, attiva su tutti i viaggi organizzati con BlaBlaCar in cui ci sia almeno un passeggero prenotato.

Per fare qualche esempio, per un passeggero che d’abitudine viaggi due volte al mese andata e ritorno tra Milano e Trento, o tra Milano e Padova, la spesa per le commissioni di BlaBlaCar poteva superare i 60 euro a semestre; tra Milano e Genova, gli 80 euro a semestre;  tra Milano e Roma, i 100 euro a semestre. Con il BlaBlaPass in offerta lancio, il passeggero pagherà solo 1,99 euro a semestre; e al termine dell’offerta lancio, il costo di un nuovo BlaBlaPass semestrale sarà di 14,99 euro.  
 

Che cosa cambia per i conducenti dal 14 marzo 2018

I conducenti possono scegliere se ricevere il contributo alle spese dei loro passeggeri sul conto corrente o sul conto PayPal, come al solito, oppure in contanti al termine del tragitto condiviso, con la comodità di poterli utilizzare subito al casello o per la benzina.
Anche con il nuovo sistema di prenotazione, i conducenti continuano a beneficiare delle funzionalità e dei vantaggi cui sono abituati, come l’aggiornamento automatico dei posti in auto disponibili e l’assicurazione aggiuntiva gratuita fornita da BlaBlaCar con AXA, attiva su tutti i viaggi organizzati con BlaBlaCar in cui ci sia almeno un passeggero prenotato. Questo avviene perché, qualunque sia la modalità di pagamento preferita dagli automobilisti, i loro passeggeri effettuano comunque la propria prenotazione attraverso la piattaforma.

L’introduzione del BlaBlaPass costituisce un'evoluzione dell’attuale sistema di prenotazione. Finora, le prenotazioni dei posti in auto da parte dei passeggeri sono possibili soltanto attraverso il pagamento online di un importo che comprende sia il contributo alle spese richiesto dal conducente che le spese di servizio della piattaforma. Al conducente, i contributi dei passeggeri vengono accreditati dopo il viaggio, mentre BlaBlaCar trattiene le commissioni su ogni singolo posto prenotato. Dal 14 marzo 2018, il BlaBlaPass e il nuovo sistema di prenotazione apportano miglioramenti sia per i passeggeri che per i conducenti, e consentono a BlaBlaCar di continuare a offrire a tutti utenti la migliore esperienza di organizzazione del viaggio possibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, capitale del carpooling: 10mila posti condivisi ogni weekend. Le novità BlaBlaCar

MilanoToday è in caricamento