Economia Chinatown / Via Aristotile Fioravanti

Ex Enel al Monumentale: consiglio di stato blocca il cantiere

Accolto un ricorso: non si sa ancora niente dei lavori

Una parte dell'area prima dell'inizio dei lavori

Una tegola si abbatte sull'area ex Enel di fronte al cimitero Monumentale: il consiglio di stato ha sentenziato che l'approvazione del progetto di riqualificazione è avvenuta con una procedura illegittima, nel 2011, e pertanto potrebbero bloccarsi i lavori.

Il cantiere è vasto circa 31 mila metri quadri, con qualcosa come 60 milioni di investimento per realizzare un hotel, negozi, uffici, abitazioni e la nuova sede dell'Associazione per il disegno industriale, con un museo dedicato e uno spazio per i "Compassi d'oro". E - particolare non di poco conto - una massiccia bonifica dall'amianto.

Ma ora il consiglio di stato ha accolto il ricorso presentato da due usufruttuari di un immobile attiguo al cantiere.

Il progetto era stato approvato prima del nuovo piano di governo del territorio. Come riporta il Corriere, la legge regionale del 2005 stabiliva che, in attesa del pgt, si potevano approvare trasformazioni urbanistiche soltanto se prevedevano anche infrastrutture di interesse pubblico, essenziali nel progetto e strategiche.

Nel frattempo i lavori sono in fase avanzata. Molti alloggi in edilizia convenzionata sono già stati assegnati. Ma il futuro dell'area diventa ben poco chiaro. Il progetto, con la nuova amministrazione di centrosinistra, aveva già subìto un restyling.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Enel al Monumentale: consiglio di stato blocca il cantiere

MilanoToday è in caricamento