rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Economia

Caritas, “I poveri per la prima volta” aumentano in città

Secondo la Caritas aumentano i “poveri per la prima volta” a Milano. Il lavoro la richiesta più impellente che viene fatta ai centri di ascolto della diocesi. Oltre 300 sono le persone che vivono in “sovraindebitamento” di mediamente 40mila euro

Secondo alcuni dati della Caritas, “aumentano i  poveri per la prima volta” a Milano, anche se rimane costante il numero di persone che si rivolge ai 59 centri di ascolto della diocesi: 15.801 nel 2007 e 15809 nel 2008.

Sono soprattutto donne, il 69%, straniere, il 74% e in età lavorativa: la media si aggira intorno ai 40 anni. “Anche se il numero delle persone in difficoltà è rimasto lo stesso le loro richieste sono aumentate, perché la loro condizione è peggiorata” ha fatto sapere Elisabetta Lavorere dell’Osservatorio della Caritas.

L’aiuto e il sostegno maggiore viene chiesto per il lavoro (57%), seguito da beni materiali come abbigliamento o cibo, ma anche per sussidi economici (il 7%).

Oltre sono 300 le persone che vivono nel territorio diocesano in “sovraindebitamento” per una media di circa 40mila euro, nonostante il reddito medio familiare medio si aggiri intorno ai 1800 metri.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caritas, “I poveri per la prima volta” aumentano in città

MilanoToday è in caricamento