Economia Forlanini / Via Cavriana

Cascina Sant'Ambrogio: va ad una associazione per trent'anni

L'affitto firmato dal comune di Milano

Cascina Sant'Ambrogio

Una cascina si trasforma in un "hub" di innovazione che riesce a coinvolgere circa 1.600 persone. Stiamo parlando di Cascina Sant'Ambrogio in via Cavriana 38, periferia est di Milano. Un edificio che risale al XII secolo. Il comune di Milano ha firmato il contratto di affittanza agricola (trentennale) con l'associazione CasciNet, impresa sociale a responsabilità limitata che appunto raccoglie il gruppo di giovani che, negli ultimi tre anni, hanno trasformato la Sant'Ambrogio.

«Milano sta diventando un punto di riferimento per l'agricoltura urbana e la riqualificazione dei terreni agricoli: non più periferie lontane e abbandonate ma nuovi centri di vita cittadina ed occasioni di sviluppo economico e culturale», è il commento di Alessandro Balducci, assessore con delega all'urbanistica e all'agricoltura.

«Ci abbiamo messo testa, cuore, braccia e tanta pazienza. Partiti in dieci siamo ora più di 1.600», spiega Paolo Gorlini, presidente di CasciNet, che si impegna a garantire l'esecuzione di lavori per quasi 190 mila euro, tra cui il restauro dell'abside della chiesa romanica, con un affresco del Trecento di cui rimangono tracce.

Verrà anche recuperato il fienile e sarà adeguato l'impianto di riscaldamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina Sant'Ambrogio: va ad una associazione per trent'anni

MilanoToday è in caricamento