rotate-mobile
Economia

Non si ferma la voglia di comprare casa a Milano (nonostante il rialzo dei mutui)

La crescita del tasso d'interesse dei mutui, ma anche del prezzo delle case, sembra non frenare per ora la voglia di comprare casa in città

Più piccoli, meno costosi, più in periferia. Ma il desiderio di acquistare appartamenti non viene frenato dal rialzo dei tassi d'interesse (dovuto all'inflazione) e del prezzo d'acquisto (una crescita che non si è ancora fermata). Il mercato immobiliare, almeno stando all'osservatorio delle agenzie Tecnocasa, riscontra ancora un certo fermento. La situazione a Milano non è da meno.

Per le ragioni di cui sopra, si conferma il bilocale il taglio più ricercato nel capoluogo lombardo, con ben il 47,9%, vera e propria eccezione rispetto alle altre grandi città, dove il taglio maggiormente desiderato è il trilocale con il 40,5% delle richieste in media. Tuttavia, anche nelle altre città, il bilocale avanza, superando il quadrilocale (nella media delle grandi città, solo sei mesi fa il quadrilocale era più richiesto del bilocale).

Per Milano c'è anche un'altra ragione: è la cosiddetta "città dei single", dove quasi la metà dei nuclei familiari è composta da una sola persona. Motivo in più perché il monolocale sia ricercato dal 7,7% degli acquirenti, contro ad esempio l'1,8% di Brescia (per restare in Lombardia). A Milano, tra l'altro, per l'acquisto di una casa nuova occorre ormai sborsare 5mila euro al metro quadrato, mentre servono 4.260 euro al metro quadrato per le case "usate", anche se ovviamente c'è una grande variabilità tra una zona e l'altra.

Ed ecco le percentuali di richiesta per Milano: 7,7% monolocale, 47,9% bilocale, 36,6% trilocale, 7,1% quadrilocale, 0,7% cinque o più locali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma la voglia di comprare casa a Milano (nonostante il rialzo dei mutui)

MilanoToday è in caricamento