menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lavoratori durante una protesta a Sesto Fiorentino

I lavoratori durante una protesta a Sesto Fiorentino

Roberto Cavalli, 100 dipendenti si licenziano piuttosto che trasferirsi a Milano

Lo hanno fatto sapere i sindacati al termine dell'incontro coi sindacati al  tavolo di crisi della Regione

Piuttosto il licenziamento ma non il trasferimento a Milano. Succede nell'azienda di Roberto Cavalli che ha deciso di trasferire il suo quartier generale da Sesto Fiorentino al capoluogo lombardo. Su un totale di 170 dipendenti oltre cento hanno dato la pre-adesione al piano sociale (licenziamento  con corresponsione da otto a 11 mensilità, a seconda dell'anzianità di  servizio), oltre 50, invece, si trasferiranno all'ombra della Madonnina, secondo le  condizioni previste dal contratto nazionale in questi casi). È questo quanto ha fatto sapere l'azienda nella giornata di lunedì 22 giugno al termine dell'incontro coi sindacati al  tavolo di crisi della Regione Toscana.

"La sede fiorentina dell'azienda — hanno spiegato Femca Cisl e Filctem Cgil  Firenze — scompare, si perde un enorme patrimonio professionale e  umano, oltre a una risorsa per il territorio".

"Restiamo preoccupati — hanno sottolineato le parti sociali — sul futuro industriale del  marchio, in Toscana sono numerose le ditte fornitrici, e anche i  lavoratori sembrano esserlo, visto che oltre 100 di loro hanno scelto  di licenziarsi piuttosto che trasferirsi nella sede milanese. I  lavoratori hanno lottato finché hanno potuto per convincere l'azienda  a rinunciare alla chiusura della fabbrica di Sesto Fiorentino,  ringraziamo le istituzioni locali che ci sono state accanto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento