rotate-mobile
Economia

Cdo e Unicredit insieme per la crescita delle pmi del settore agroalimentare nei mercati internazionali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Nell'ambito dell'ottava edizione di Matching, in programma nei padiglioni di fieramilano (Rho) dal 26 al 28 novembre, UniCredit, in collaborazione con Compagnia delle Opere, darà vita all'iniziativa "B2B Agrifood Milano - Matching", due giornate dedicate a incontri "Business to Business" rivolte alle imprese del settore agroalimentare che cercano nuovi sbocchi internazionali. Sono circa 60 i rappresentanti dell'imprenditoria di settore che prenderanno parte all'iniziativa e una decina i buyer giunti appositamente dalla Russia.

Il programma coinvolge i settori Vino e Spumante, Cioccolato e Caramelle, Latte e Derivati , Salumi della filiera agroalimentare e intende promuovere le esportazioni e favorire la conoscenza di un settore di eccellenza del "Made in Italy" e il conseguente ingresso delle aziende nostrane nel mercato della Federazione Russa, un Paese caratterizzato da una positiva percezione dei prodotti italiani e che fornisce ottime aspettative di penetrazione per il "Made in Italy" di qualità, e nel quale UniCredit è presente tramite la rete di Zao UniCredit Bank.

B2B Agrifood Milano - Matching si svolgerà nelle giornate del 26 e 27 novembre all'interno dello stand UniCredit, presso il Distretto Agroalimentare di Matching, e consentirà alle aziende di promuovere il proprio business e di intraprendere concretamente nuovi scambi commerciali: i 60 imprenditori, infatti incontreranno 10 buyer, specificatamente selezionati in collaborazione tra Zao UniCredit Bank ed ICE Mosca e provenienti dalle regioni con maggiori prospettive di crescita della Federazione Russa.

"Il settore agroalimentare lombardo - ha affermato Monica Cellerino, Responsabile per il Territorio della Lombardia di UniCredit - rappresenta una quota rilevante del comparto nazionale e annovera tra le sue eccellenze i distretti delle carni e dei salumi di Cremona e Mantova, cresciuti di quasi il 20% nel secondo trimestre del 2012, per un totale esportato di quasi 40 milioni di euro. In Lombardia si distinguono anche il distretto lattiero-caseario che si è incrementato del 2,1%, per un totale di 190 milioni di euro circa e quello dei vini della Franciacorta, in aumento del 2%, per oltre 30 milioni di euro. Queste sono solo alcune delle realtà distrettuali lombarde, in tutto 11, che nel secondo trimestre 2012 hanno fatto registrare una crescita tendenziale delle esportazioni. In generale - ha aggiunto Monica Cellerino - come UniCredit abbiamo deciso in Lombardia di implementare iniziative rivolte a settori specifici, che tengano conto delle peculiarità e delle problematiche che aziende appartenenti a quello specifico settore incontrano nell'affrontare i mercati esteri; tuttavia molto si deve ancora fare per sostenere gli imprenditori nel percorso di apertura commerciale oltre i confini nazionali, anche come strategia di uscita dalla crisi. Proprio per questo ritengo che Iniziative come quella di oggi siano importanti, perché permettono l'incontro concreto tra domanda e offerta e consentono di facilitare gli scambi commerciali tra le parti"

«Siamo particolarmente soddisfatti dell'iniziativa promossa insieme con UniCredit - osserva Enrico Biscaglia, direttore Generale di Compagnia delle Opere - che realizza pienamente lo scopo di Matching, ossia favorire le opportunità di sviluppo per le piccole e medie imprese, in particolare per quel che riguarda l'apertura ai mercati internazionali. Il lavoro impostato durante i giorni della manifestazione - aggiunge Biscaglia - potrà così accompagnare gli imprenditori nei mesi successivi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cdo e Unicredit insieme per la crescita delle pmi del settore agroalimentare nei mercati internazionali

MilanoToday è in caricamento