Milano, chiude il Megastore Mondadori di via Marghera: la libreria paga anche la crisi covid

Ancora non è chiaro quale sarà il futuro del personale impegnato nella libreria

Il negozio

Chiude il Megastore Mondadori di via Marghera a Milano. Il 2020 piazza un altro dei suoi 'colpi', vuoi per la pademia, vuoi per la crisi economica conseguente. Questa volta a pagarne le spese è una libreria che con il passare degli anni era diventata casa per molti appassionati di libri e non solo. Letteratura, musica, accessori e negli ultimi anni perfino giocattoli. Il suo splendore è durato solo 20 anni.

Mondadori Megastore chiude in via Marghera

A quanto pare il negozio Mondadori di via Marghera ha visto progressivamente ridursi il numero dei clienti negli ultimi anni. Con una ovvia riduzione di ricavi. Anche per questo la società ha scelto di concentrare tutte le sue energie sugli altri store in città. In particolare su quello di piazza Duomo e della Galleria (Rizzoli). 

Ancora non è chiaro quale sarà il futuro del personale impegnato in via Marghera. Mondadori sta studiando la migliore soluzione per loro. Nel frattempo, le vetrine del megastore sono ancora piene di copertine. Per i libri, i dischi e il resto - prodotti sui quali ci saranno certamente sconti superiori alla media - presto arriverà l'ora di andar via.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Torna su
MilanoToday è in caricamento