rotate-mobile
Economia Buccinasco / Via Milano

Crisi Coca Cola, trattativa arenata: si andrà alla mediazione del ministero

Stallo dopo gli ultimi incontri tra azienda e sindacati, che rimangono senza risposte sui quesiti più importanti

Non è risolta la vertenza aziendale in Coca Cola Hbc, la società del gruppo Coca Cola che si occupa di imbottigliamento di bevande in Italia. Sede a Milano, 2 mila dipendenti e cinque stabilimenti, aveva annunciato circa 249 licenziamenti. Gli incontri con i sindacati non hanno sortito gli effetti sperati. In particolare, secondo Flai-Cgli, Fai-Cisl e Uila-Uil, l'azienda si sarebbe detta semplicemente aperta a discutere una riduzione degli esuberi del 30%, ma senza voler entrare nel merito della riorganizzazione.

Altri punti di dissenso tra direzione e sindacati sono la richiesta della direzione aziendale di utilizzare lo strumento delle "esigenze tecnico-organizzative" per definire con massima libertà il personale da considerare in esubero e il rifiuto, sempre da parte della dirigenza, di dare priorità alle uscite volontarie per un apprezzabile periodo di tempo. Ancora, non è stato comunicato ai sindacati l'importo economico che verrà offerto come incentivo ad andarsene.

I sindacati hanno quindi preferito rinviare la discussione al ministero, per un tentativo di mediazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Coca Cola, trattativa arenata: si andrà alla mediazione del ministero

MilanoToday è in caricamento