Consorzio agrario: finita la cassa integrazione, lavoratori a casa

E' terminato il periodo di cassa integrazione di 12 mesi per 82 ex dipendenti del Consorzio agrario di Milano e Lodi, assorbito da quello di Piacenza

Il Consorzio agrario in via Ripamonti

Brutta fine quella del Consorzio agrario di Milano e Lodi, con competenza anche sulla Brianza: con i conti in rosso, all'inizio del 2013, ha dovuto cedere il ramo d'azienda al Consorzio agrario di Piacenza (ora "Terrepadane") che l'ha di fatto "salvato", con un costo di quasi tre milioni di euro.

Mentre la continuità aziendale è garantita, non così per i lavoratori del consorzio. Quello piacentino, infatti, ne ha assorbiti 40 (inizialmente dovevano essere 44), e da fonti sindacali si apprende che la trattativa è stata molto frettolosa con due sole opzioni in campo: accontentarsi dei 40 dipendenti e, in cambio, un anno di cassa integrazione per gli altri 88, oppure non firmare l'accordo e rischiare che Piacenza non assorbisse nemmeno un dipendente.

I dodici mesi sono scaduti da pochi giorni. E il personale coinvolto è stato licenziato e messo in mobilità, senza che sia stata richiesta la proroga (possibile) di sei mesi. Ma c'è di più: una legge del 1999 prevede che i dipendenti dei consorzi agrari possano usufruire di due anni di cassa ed essere ricollocati. Anche questa possibilità sembra non essere stata esplorata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per di più, un'interrogazione parlamentare di Massimo De Rosa (Movimento 5 Stelle) al ministero dello sviluppo economico ha ricevuto risposta dopo quasi un anno e - chiosa il deputato milanese - "in modo del tutto insoddisfacente. Avevamo chiesto al governo come intendesse intervenire sia per tutelare i lavoratori e le famiglie, sia in merito alle responsabilità delle passate gestioni amministrative del Consorzio. La risposta è che la procedura è sottratta alla vigilanza del ministero e sottoposta all’autorità giudiziaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento