Economia

Chi è in difficoltà con l'affitto potrà avere un contributo fino a tremila euro

Il contributo è statale: le risorse sono destinate alle Regioni. In Lombardia arrivano 34 milioni

Per sostenere coloro che vivono in un appartamento in locazione sul libero mercato, e sono in una situazione di emergenza abitativa anche in seguito alla pandemia covid, sono a disposizione poco più di 34 milioni di euro di fondi statali destinati alla Lombardia, che la Regione trasferisce a 91 ambiti territoriali in modo da raggiungere tutti i comuni.

L'obiettivo è quello di sostenere gli inquilini in difficoltà nel pagamento dei canoni non versati o da versare: si prevede l'erogazione di un contributo al proprietario dell'alloggio. "Sosteniamo chi è in difficoltà in seguito alla pandemia e non riesce più a pagare il canone locativo sul mercato. Nello stesso tempo è garantita al proprietario dell'immobile la giusta redditività del suo patrimonio", il commento dell'assessore alla casa Stefano Bolognini.

Nel provvedimento sono compresi i casi di affitto con canone concordato e gli alloggi in godimento mentre sono esclusi i contratti dei servizi abitativi pubblici e l'acquisto a riscatto. I nuclei beneficiari del provvedimento devono possedere un Isee non superiore a 35 mila euro. Il contributo è al massimo di otto mensilità e, comunque, non superiore a tremila euro ad alloggio. I 91 ambiti territoriali dovranno assegnare i contributi con bandi a scadenza o a sportello, entro il 31 dicembre 2022.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è in difficoltà con l'affitto potrà avere un contributo fino a tremila euro

MilanoToday è in caricamento