menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, l'appello degli asili nido: "Molte strutture potrebbero trovarsi in ginocchio"

Gli asili nido privati di Milano hanno chiesto "l’attenzione delle istituzioni nonché strumenti in grado di garantire la sopravvivenza delle imprese del settore"

Ristoranti e locali, ma non solo. Anche gli asili nido sono in difficoltà a causa delle misure imposte dalla Regione per il contenimento del coronavirus. "Con il prolungarsi delle misure restrittive molte strutture potrebbero non avrebbero le risorse economiche necessarie per coprire i costi di gestione", si legge in una nota di Assonidi, associazione di asili nido e scuole dell’infanzia privati aderente a Confcommercio Milano.

"Per gli operatori del nostro settore è come trovarsi in una 'zona rossa' allargata – ha denunciato il direttore Paolo Uniti – in quanto il provvedimento impedisce qualsivoglia attività educativa e scolastica in tutto il territorio regionale. Si tratta di una situazione estremamente delicata per il nostro comparto, composto prevalentemente da micro e piccole imprese, contraddistinte da un fragile equilibro economico".

"Con il prolungarsi delle misure restrittive — ha continuato Paolo Uniti —, molte strutture potrebbero non avere le risorse economiche per coprire i costi di gestione, in particolar modo quelli relativi al personale dipendente e ai canoni di locazione. Per questo motivo – ha concluso Uniti — chiediamo in sintonia con Confcommercio l’attenzione delle istituzioni nonché strumenti in grado di garantire la sopravvivenza delle imprese del settore".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Meteo

    A Milano continuerà a fare freddo (almeno per un po')

  • Attualità

    Spettacolo: "Regole per ripartire, tutela di lavoratori e aziende"

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento