rotate-mobile
Economia

La fotografia, un settore che non conosce crisi

Milano prima provincia d'Italia per numero di imprese legate alla fotografia, con spesa pro capite doppia rispetto alla media nazionale. E cresce il numero di imprese in tutta la regione

Il settore della fotografia non conosce crisi. E' quanto emerge da una ricerca condotta dalla camera di commercio di Milano, che ha compreso un sondaggio su tre città (Milano, Roma e Napoli). Secondo i dati resi pubblici nella mattinata di oggi, in un anno è cresciuto del 10% il consumo delle immagini digitali con il cellulare.

Milano è protagonista indiscussa del settore: circa 100 euro vengono spesi a testa per acquisti e servizi fotografici contro una media nazionale di 50 euro all'anno. In città industria e commercio della fotografia totalizzano un settimo del fatturato nazionale. In Lombardia sono 4mila le aziende che in un modo o nell'altro legano la propria attività alla fotografia, il 15,4% del totale italiano. E sul dato lombardo Milano pesa per il 42,9%.

Entrando nel merito, in Lombardia il 56,2% del comparto è composto da attività fotografiche (riprese, foto-reporting, laboratori di sviluppo e stampa), segue il commercio al dettaglio (40,2%) e la fabbricazione di attrezzature e prodotti (3,7%). La provincia lombarda più dinamica è Brescia, che nel 2011 registra un +3,3% nel numero di imprese legate al settore. Milano è la provincia italiana con più imprese legate alla fotografia (1.738 attività), ma anche Brescia (9°) e Bergamo (18°) si posizionano bene.

E tra pochi giorni, esattamente dal 3 aprile al 12 maggio, prende il via "Photofestival", giunto alla sesta edizione, un percorso di mostre fotografiche d'autore sia nelle gallerie sia nei luoghi più celebri della città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fotografia, un settore che non conosce crisi

MilanoToday è in caricamento