rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Economia

Emorragia di metalmeccanici: -422 lavoratori a ottobre in Lombardia

Prosegue l'emorragia di posti di lavoro dovuta alla crisi tra i metalmeccanici in Lombardia: a ottobre sono stati registrati - dati forniti dalla Fiom-Cgil - 442 esuberi nel settore tra operai e impiegati

Prosegue l'emorragia di posti di lavoro dovuta alla crisi tra i metalmeccanici in Lombardia: a ottobre sono stati registrati - dati forniti dalla Fiom-Cgil - 442 esuberi nel settore tra operai e impiegati.

Un numero che dall'inizio dell'anno è di meno oltre 3.800 unità. Dati negativi importanti, ma in diminuzione: l'anno scorso erano stati 805 i dipendenti in mobilità e 5.208 quelli tagliati da inizio anno. In particolare questo mese nel distretto di Milano gli esuberi sono stati 187, 98 a Lecco, 83 a Varese, 26 a Monza e 22 a Bergamo.

Salvo che a Milano "si è verificata una contrazione del ricorso della messa in mobilità, senza che questo si traduca comunque in un ritorno alle produzioni e ai livelli occupazionali pre-crisi". "Nemmeno le politiche del Governo, attraverso jobs act e incentivi alle imprese hanno permesso di recuperare il numero dei licenziati con nuove assunzioni, determinando anzi un calo pesante degli occupati", sottolinea Mirco Rota, segretario generale della Fiom-Cgil Lombardia (fonte: ansa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emorragia di metalmeccanici: -422 lavoratori a ottobre in Lombardia

MilanoToday è in caricamento