rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia

Derivati, pm chiede il rinvio a giudizio per 13 persone e 4 banche

Il pubblico ministero chiede il rinvio a giudizio per 13 persone e 4 banche. Le indagini riguardano l’emissione di un bond da oltre 1 miliardo di euro sottoscritto dal Comune che avrebbero fatto guadagnare illecitamente alle banche circa 100 milioni ai danni di Palazzo Marino

Il pubblico ministero Robledo ha chiesto il rinvio a giudizio per 13 persone e 4 banche a conclusione delle indagini relative all’emissione di un bond da oltre 1 miliardo di euro sottoscritto dal Comune tra il 2005 e il 2007.

L’accusa per gli indagati è quella di truffa aggravata nei confronti della pubblica amministrazione locale. Tra le 13 persone rinviate a giudizio ci sono 11 funzionari di banca e due ex manager di Palazzo Marino.

 funzionari delle quattro banche coinvolte nell'inchiesta, assieme a Giorgio Porta, ex direttore generale del Comune di Milano, e a Mauro Mauri, esperto incaricato della ristrutturazione del debito comunale, avrebbero  truffato "dolosamente" l'amministrazione comunale. Gli istituti bancari, infatti, si legge ancora nella richiesta del procuratore aggiunto Robledo, "erano stati selezionati" dal Comune di Milano per "un'emissione obbligazionaria in vista della ristrutturazione del debito".

Tra gli imputati figurano anche Gaetano Bassolino, figlio del governatore della Campania, e Simone Rondelli ex funzionario di JP Morgan, indagato anche in un'inchiesta del pm Luigi Orsi sull'alterazione delle quotazioni della Saras, l'azienda per la raffinazione della famiglia Moratti.

 Gli imputati sono accusati, tra le altre cose, di aver certificato "falsamente" la "sussistenza delle condizioni  di convenienza economica per l'Ente territoriale", allo scopo di arrivare all'emissione obbligazionaria, invece di suggerire la "rinegoziazione dei mutui" stipulati dal Comune, causando così "passività" per l'amministrazione. Il Comune infatti, secondo l'accusa, si ritrovò in mano uno strumento finanziario del valore negativo di 300 milioni di euro. Sempre secondo la richiesta di rinvio a giudizio, l'ex manager comunale Porta avrebbe "organizzato, controllato e coordinato l'operazione finanziaria"

Le banche coinvolte nell’inchiesta sono Deutsche Bank, Ubs, JP Morgan e Depfa Bank.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derivati, pm chiede il rinvio a giudizio per 13 persone e 4 banche

MilanoToday è in caricamento