rotate-mobile
Economia

Fondo disabili, il Comune accantona 550 mila euro per finanziare progetti

Intanto "sparisce" dal bilancio la bebé card, perché l'azienda emettitrice è falliita

Il Comune di Milano destinerà 550 mila euro a sostegno di progetti sulla disabilità. Lo ha annunciato giovedì in commissione bilancio l'assessore alle politiche sociali Gabriele Rabaiotti. Si tratta di una proposta che dovrà essere approvata dal consiglio comunale e che consiste in un "fondo aperto", da cui si potrà attingere quando agli uffici di Palazzo Marino verranno presentatii progetti sulla disabilità meritevoli di essere finanziati e sostenuti.

Diminuisce invece il fondo dell'area inclusione e diritti, da 47 milioni e mezzo a poco più di 42 milioni, a causa della diminuzione dei fondi statali dedicati all'accoglienza migranti per effetto della riorganizzazione del sistema Sprar con i decreti sicurezza firmati da Matteo Salvini quando era ministro dell'Interno nel governo Lega-Movimento 5 Stelle.

Polemiche sulla bebè card

In commissione il centrodestra ha sollevato polemiche sulla Bebè Card, la misura del Comune dedicata alle neo mamme, perché non sono stati messi a bilancio le risorse per il 2020. Ma l'assessore Rabaiotti ha spiegato che la società che si occupava della card è fallita a febbraio 2019 e che bisogna ripensare la misura e rifare la gara per trovare un nuovo gestore. Se il Comune riuscirà a trovare un nuovo gestore per il 2020 potrà recuperare a bilancio 1 milione di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondo disabili, il Comune accantona 550 mila euro per finanziare progetti

MilanoToday è in caricamento