menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Enoteche, Milano terza in Italia ed è boom negli ultimi dieci anni: +72%

I dati certificano una forte crescita negli ultimi anni per un settore che, in Lombardia, impiega più di 1.100 persone

Le enoteche in Lombardia, nel 2019, sono quasi mille. Per l'esattezza 982. Lo rende noto una rilevazione della Camera di commercio di Milano, Monza e Lodi e di Coldiretti Lombardia. Le imprese attive, che in molti casi hanno più sedi, sono più di 650. Il numero di enoteche in Lombardia è sostanzialmente stabile rispetto all'anno precedente, ma cresce dell'8,7% in cinque anni. E gli addetti sono più di mille. I consumatori lombardi di vino, secondo Coldiretti, sono quasi 5 milioni e circa 1,7 milioni di lombradi lo consumano ogni giorno. La Lombardia "vanta" 5 Docg, 21 Doc e 15 Igt. Le enoteche nazionali sono oltre settemila, con un +4% in cinque anni. 

Milano è la terza città italiana per numero di enotece, con 141 locali: +5% dal 2018 al 2019, ben +72% in dieci anni. La prima città è Roma con 345 enoteche, segue Napoli con 221, ma con una diminuzione leggera (-1%) negli ultimi dieci anni. Dopo Milano troviamo Torino, Firenze, Genova.

A livello provinciale Milano è sempre terza (259, +9% in cinque anni), mentre cambia il resto del podio: la prima provincia è Napoli, segue Roma. Brescia è la settima provincia italiana con 166 enoteche. In Lombardia le donne guidano il 19,5% delle enoteche, i giovani l'8,5%. Percentuali più basse che in Italia, rispettivamente al 26,5% e all'11%. 24 le imprese straniere lombarde, 11 a Milano.

«La Camera di commercio - afferma Vincenzo Mamoli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi - valorizza i percorsi enogastronomici lodigiani attraverso la partecipazione alla Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani, che tra le altre iniziative organizza la tradizionale Rassegna Gastronomica del Lodigiano, giunta nel 2019 alla 31° edizione. La crescita delle enoteche, con una sostanziale stabilità nell’ultimo anno, è un segnale interessante per un settore tipico dei nostri territori e in grado di generare attrattività anche per i visitatori stranieri».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento