Giovedì, 23 Settembre 2021
Economia

Estate solidale da milano a Yaoundé: i ragazzi di “genio in 21 giorni” regalano 
una scuola ai bambini del Camerun

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Non c’è niente di più importante dell’istruzione efficace, che - in particolare nei paesi in via di sviluppo - rappresenta spesso un lusso riservato a pochi fortunati. L’UNESCO infatti ha evidenziato che circa 42 milioni di bambini africani non vanno a scuola, e che e la metà degli iscritti a malapena riesce a superare il ciclo elementare. Il secondo degli 8 obiettivi del Millennio sviluppati dalle Nazioni Unite e condivisi da 191 Stati membri dell'ONU, è appunto quello di raggiungere l'istruzione primaria universale, che è il mezzo indispensabile per interrompere il ciclo di marginalizzazione, povertà e violenza, dando ad ogni individuo gli strumenti necessari per costruire un futuro per se e contribuire così allo sviluppo della società africana. Irene è una donna di origine camerunense arrivata in Italia, nel milanese (a Mediglia), tanti anni fa e perfettamente integrata, che coltivava incessantemente un grande sogno: regalare una scuola ai bambini di Yaoundé, città del suo paese. Rimasta vedova ad allevare tre figli e costretta per un lungo periodo a letto per un grave problema clinico alla schiena, Irene ha però incontrato un uomo col quale ha condiviso il suo progetto, trovando in lui la persona pronta ad aiutarla a realizzarlo. “Sono rimasto immediatamente e fortemente colpito dalla spontaneità e determinazione di questa donna – ha dichiarato Massimo De Donno, autore del best seller “Genio in 21 Giorni” e uno tra i più noti esperti di apprendimento strategico in Europa – che nonostante la sua completa integrazione ne nostro Paese, e nonostante le sue evidenti difficoltà di salute, non aveva mai dimenticato la situazione del Camerun, là dove il suo percorso era iniziato tanti anni fa”. Proprio alla luce di questa convinzione, De Donno, ha accolto la richiesta di Irene, e ha organizzato con il suo team di istruttori del metodo “Genio in 21 Giorni” un corso di gestione finanziaria efficace, i cui proventi sono stati interamente donati a Irene per il progetto della sua scuola. Al termine delle giornate di formazione, infatti, i partecipanti si sono riuniti in una cena a cui era presente la stessa Irene, alla quale è stato consegnato un assegno da 20.000 euro, il doppio di quello che Lei aveva richiesto. La scuola quindi è stata creata, ed ha appena concluso il proprio 1° anno di insegnamento: 107 bambini sono entrati nelle aule per partecipare alle lezioni. Ora, Irene ha deciso di rilanciare: molti più ragazzi infatti potrebbero frequentare i corsi se solo avessero modo di raggiungere l’istituto, specie dai villaggi più lontani. I ragazzi di “Genio in 21 Giorni” accettano la nuova sfida: la rete è stata attivata e i tanti formatori - certificati dall’Università Popolare di Milano - che la compongono hanno raccolto la somma necessaria ad acquistare uno Scuolabus, che pochi giorni fa è stato caricato su un cargo in direzione Yaoundé, dove arriverà proprio in tempo per l’inizio del nuovo anno scolastico. “Genio in 21 Giorni”, marchio sotto il quale si raduna la rete di imprese Genio Net, e che opera in 5 nazioni proprio nell’ambito degli strumenti per l’apprendimento strategico, aiutando e sostenendo gli studenti di ogni ordine e grado a raggiungere risultati soddisfacenti nel loro percorso scolastico, è convinta che un mondo migliore, un mondo più giusto, sia quello nel quale la maggior quantità di bambini possibile possa sedere dietro un banco per imparare. Il sostegno al progetto proseguirà quindi ulteriormente nel corso nell’anno scolastico 2018/19, e verrà rendicontato con foto e video sulla pagina web genioin21giorni.it/progetto-camerun/

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate solidale da milano a Yaoundé: i ragazzi di “genio in 21 giorni” regalano 
una scuola ai bambini del Camerun

MilanoToday è in caricamento