rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Economia Porta Volta / Via Solferino

Corriere e Gazzetta forse lasceranno la sede di via Solferino

E' uno dei tagli annunciati dal management di Rcs. Preoccupano gli 800 esuberi (600 in Italia) e la chiusura (o vendita) di dieci testate periodiche

Corriere e Gazzetta potrebbero presto lasciare la storica sede di via Solferino, a Brera. La crisi dell'editoria costringe a tagli anche sofferti, e certamente l'abbandono del palazzo simbolo dell'informazione in Italia è un passaggio doloroso. Ma forse non è l'aspetto più traumatico di quanto annunciato lunedì dalla casa editrice Rcs.

La questione più spinosa è infatti quella degli 800 esuberi totali, di cui 600 in Italia, tra personale giornalistico e non. L'annuncio è stato dato dall'amministratore delegato di Rcs, Pietro Scott Jovane, e dal capo del personale al comitato aziendale europeo. Tra gli altri provvedimenti in programma c'è la chiusura o la venditta di almeno dieci testate che fanno capo a Rcs Periodici.

Annunciata anche la riduzione del 10% dei compensi del presidente di Rcs Angelo Provasoli, dell'ad Scott Jovine e dei collaboratori diretti dei due. Il titolo Rcs in Borsa è debole e appare poco scosso dalla prospettiva dei tagli annunciata.

Non si è fatta attendere la risposta del comitato aziendale europeo di Rcs Mediagroup. "Grande preoccupazione - si legge in una nota - di fronte alle ipotesi contenute nel piano triennale", in riferimento soprattutto dal ridimensionamento degli organici in Italia ma anche in Spagna. Il Cae fa notare che gli esuberi appena annunciati "vanno a sommarsi ai pesanti interventi già attuati negli anni passati, come in Spagna dove solo nel 2012 si sono persi circa 350 posti di lavoro". Numerose infine, sempre secondo il Cae, le incognite su cui si regge il piano, come un aumento di capitale ancora non definito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corriere e Gazzetta forse lasceranno la sede di via Solferino

MilanoToday è in caricamento