rotate-mobile
Economia Castello / Piazzale Luigi Cadorna

Ferrovie Nord Milano: indagine su spese "pazze" e consulenze esterne

Perfino 120 mila euro di multe pagate ai dirigenti (e forse ai familiari). L'inchiesta

Scandalo alle Ferrovie Nord. La procura della repubblica indaga sulle uscite "allegre" della società, ipotizzando sprechi ingiustificati. "Repubblica" dà conto dell'inchiesta, raccontando ad esempio dei 120 mila euro pagati dall'azienda per multe stradali. Chi le ha prese? Forse i dirigenti, forse perfino i loro familiari. L'accusa di peculato contro ignoti è quella per la quale la magistratura sta indagando.

Tutto è partito da un esposto delle Ferrovie Nord stesse. La magistratura mette sotto la lente d'ingrandimento ogni benefit concesso dall'azienda, ma anche le consulenze affidate a professionisti esterni e alle uscite di cassa. Le indagini proseguono serratamente: sono stati sentiti dalla procura diversi dipendenti e le forze dell'ordine hanno acquisito varie carte negli uffici.

La società ha fatto sapere che i bilanci sono in attivo da molti anni "grazie a una gestione rigorosa dei conti - si legge in una nota di Fnm - e una politica industriale di diversificazione". E viene ricordato che la società è parte civile nel procedimento a carico di Giuseppe Biesuz, ex direttore generale, imputato per truffa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovie Nord Milano: indagine su spese "pazze" e consulenze esterne

MilanoToday è in caricamento