menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un fondo di mutuo soccorso finanziato dai ricchi per aiutare i milanesi più poveri

Approvato un ordine del giorno di Rizzo (Milano in Comune)

Il Comune di Milano potrebbe avere un Fondo di Mutuo Soccorso anche nel 2021, che raccolga contributi da parte di cittadini benestanti a favore di chi è più in difficoltà. Il consiglio comunale ha approvato lunedì un ordine del giorno in tal senso, proposto da Basilio Rizzo (Milano in Comune), che l'ha detinita «una (tassa) patrimoniale volontaria». Nel testo si legge un sostanziale appello «civico ed etico rivolto ai settori economici, ai soggetti singoli e collettivi più fortunati della città perché le risorse disponibili siano incrementate da donazioni e contributi che ricalchino l’esperienza del Fondo di Mutuo Soccorso 2020 cosi da aiutare tutti, senza lasciare indietro nessuno, sul tragitto verso una città finalmente post-covid».

Il fondo dovrebbe quindi integrare le risorse già stabilite dall'amministrazione comunale, in modo da finanziare interventi rivolti soprattutto alle famiglie e alle persone, più che alle «diverse categorie economiche, professionali e sociali», utilizzando indicatori come gli Isee, i registri di presa in carico dei servizi sociali, la tariffazione nelle mense scolastiche, i canoni degli affitti di case popolari e così via. 

«Ci sono denari che arrivano dal Governo e che spesso sono indirizzati ad alcune categorie di persone o produttive. Io propongo che ci siano risorse che abbiano un criterio fondamentale: quello delle condizioni di vita delle persone», ha dichiarato Rizzo illustrando l'ordine del giorno: «I parametri di riferimento dovrebbero essere la possibilità o meno di pagare le rette per la scuola dei propri figli o la possibilità di pagare le bollette della luce. Abbiamo diversi parametri che possono individuare il grado di povertà che si è creato in città. Questo deve diventare il primo punto: i primi a cui dobbiamo dare soddisfazione con i contributi sono coloro i quali hanno bisogno non di conservare le ricchezze che avevano prima o gli stipendi di prima, ma le condizioni minime per poter vivere con dignità e decentemente nella nostra città».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento