Economia Roserio / Via Belgioioso Cristina, 120

Scandalo Russia: formaggi "tarocchi" (falsi italiani) al padiglione di Expo

Tripudio di bandierine tricolori e scritte ammiccanti come "italian style" e "original italian recipe" per i formaggi provenienti dal Tatarstan

"Edan Prego" (di Attilio Barbieri per "Libero")

Prodotti spacciati per italiani ma contraffatti, a Expo 2015. Possibile? Pare proprio di sì. E in uno dei padiglioni più frequentati in assoluto: quello della Russia. Lo ha scoperto il collega Attilio Barbieri di Libero: al secondo piano del padiglione, all'interno di una teca di cristallo, sono esposti formaggi le cui confezioni parlano anche italiano. La marca "Prego", ad esempio. O la scritta "Original Italian Recipe" (ricetta italiana originale) in verde-bianco-rosso. E ancora "Italian Style", "Solo Formaggio" e tricolori vari. 

Chiari "specchietti per le allodole" tipici dei prodotti che si vuole far credere di origine italiana ai consumatori di tutto il mondo. Del resto la Russia è terza dopo Cina e Stati Uniti per falsificazioni del Made in Italy. Questi formaggi, in particolare, vengono dal Tatarstan, repubblica autonoma di poco meno di quattro milioni di abitanti. Resta davvero strano perché abbiano deciso di portare proprio all'Expo italiana questi prodotti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo Russia: formaggi "tarocchi" (falsi italiani) al padiglione di Expo

MilanoToday è in caricamento