Economia

Comune, incentivi per chi costruisce a meno di 2mila euro al metro quadro

Il Comune “regalerà” volumetrie ai costruttori che le destineranno all’edilizia sostenibile. La pubblica amministrazione spera così di creare in un decennio almeno 20mila alloggi sociali. Si potranno costruire case, alberghi low cost, studentati e anche container

Il Comune di Milano vuole sviluppare un mercato delle case a prezzi contenuti, per questo ha intenzione di “regalare” un premio volumetrico a chi costruirà alloggi a meno di 2mila euro al metro quadro. 

Il costruttore quindi potrà veder lievitare i suoi diritti edificatori, da un indice di 0,65 a 1, a patto che l’aumento della volumetria sia destinato all’edilizia sostenibile.

Il Comune spera che entro i prossimi 10-15 anni questo possa portare alla costruzione di 20mila nuovi alloggi destinati a coloro che hanno un reddito Isee inferiore ai 40mila euro e non è già proprietario di una abitazione .

Si potrà costruire, all’interno del cappello dell’housing sociale, edilizia convenzionata sia in vendita che in affitto, gli studentati, gli alberghi low cost e anche i container. Grazie all'introduzione della formula del riscatto sarà anche possibile per gli inquilini trasformare il canone d'affitto in una rata per l'acquisto dell'alloggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, incentivi per chi costruisce a meno di 2mila euro al metro quadro

MilanoToday è in caricamento