Invito Seedlab, premio Gateano Marzotto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Matteo Marzotto, apre il ciclo di incontri sul sistema innovazione in Italia promosso da SeedLab

Sarà l'occasione per presentare la nuova edizione del Premio Gaetano Marzotto, che vede fin dalla prima edizione SeedLab tra i partner sostenitori del Premio dall'Idea all'Impresa.

Un appuntamento per entrare nel vivo dell'esperienza attraverso le testimonianze dirette di imprenditori, startupper, programmi di accelerazione, operatori del settore.

Mercoledì 19 giugno 2013 | ore 18.00

GARDEN FLOOR - Hotel Milano Scala

Via dell'Orso 7, Milano

Intervengono:

- Annalisa Balloi, Amministratore Delegato Micro4yoU e vincitrice 1^ edizione del Premio Gaetano Marzotto

- Matteo Faggin, Principal SeedLab

- Matteo Marzotto, Presidente Associazione Progetto Marzotto

- Cristiano Seganfreddo, Direttore Generale Associazione Progetto Marzotto

Mercoledì 19 giugno alle ore 18 presso la splendida terrazza del Garden Floor - all'ottavo piano dell'Hotel Milano Scala di via dell'Orso - si terrà a Milano il primo di una serie di incontri-aperitivi organizzati da SeedLab, programma di accelerazione dedicato a giovani innovatori.

Queste le parole di Matteo Faggin, principal di SeedLab, che ha voluto l'incontro alla luce della partnership con il Premio Gaetano Marzotto, il concorso dedicato all'innovazione che destina 800mila euro agli imprenditori di domani: «Siamo davvero felici di poter iniziare questo ciclo di appuntamenti con ospiti della caratura di Matteo Marzotto e Cristiano Seganfreddo, i quali oltre a raccontarci la filosofia e gli obiettivi del Premio Gaetano Marzotto potranno arricchire la visuale sulla situazione imprenditoriale del Paese a beneficio delle nostre startup e di tutti coloro che vorranno intervenire. Per SeedLab 2013 abbiamo infatti selezionato 13 tra le migliori idee di tecnologia innovativa oggi in Italia per un percorso di accelerazione che include l'affiancamento dei nostri mentor e partner, ma sappiamo che anche incontri di questa portata aiuteranno i nostri innovatori nella trasformazione delle idee in vere opportunità imprenditoriali». E a raccontare come entrare a fare parte di un network come quello costruito dal Premio possa nella concretezza permettere di fare il salto, ci sarà Annalisa Balloi, giovane ricercatrice, vincitrice nel 2011 di 250 mila euro, che gli hanno permesso di trasformare la sua idea in realtà, sviluppando il brevetto Micro4yoU da una fase laboratoriale a una fase oggi preindustriale; insieme a Cristiano Seganfreddo, direttore dell'Associazione Progetto Marzotto promotrice del Concorso, che illustrerà come: «Premio e Progetto mirino sempre più a un approccio sistematico che dia un impulso vero alle dinamiche della nascita di nuova impresa. Da una parte il network di incubatori, acceleratori, venture, angel e grandi investitori, dall'altro una pressione socio-culturale per generare un cambiamento nella società con azioni continue e pervasive. Fino a spingerci alla spettacolarizzazione sana dell'innovazione e della nuova impresa. In particolare, puntiamo ad accorciare le distanze tra nuovi imprenditori e piccola e media industria italiana, tra ricerca universitaria e mondo produttivo. Le nuove idee hanno bisogno di competenze e di struttura e possono rigenerare aziende storiche; stiamo lavorando per generare nuove interfacce e canali di comunicazione a sostegno»; e a Matteo Marzotto, presidente dell'Associazione, invitato anche in veste di imprenditore, che darà la sua visione su come muoversi in un momento come quello attuale: «Nel nostro Paese c'è tanta voglia di imprenditorialità. Bisogna ripartire da quella stessa voglia di fare, che vide l'Italia del dopoguerra rinascere e conquistare il boom economico; quell'Italia al cui sviluppo mio nonno Gaetano contribuì con una forza progettuale senza precedenti, tracciando le linee guida della sostenibilità economica, della spiccata innovazione, della capacità di creare ricchezza e ricadute sociali. Oggi come allora la nostra società va rimessa a sistema attraverso il servizio e il supporto delle grandi istituzioni all'imprenditoria. Il Premio Gaetano Marzotto segue questa direzione, guarda con ottimismo al futuro e si apre ai giovani start upper così come agli imprenditori maturi per avviare e accelerare i loro progetti».

Il bando della terza edizione del Premio Gaetano Marzotto si è aperto giovedì 4 aprile e fino al 30 giugno 2013 vedrà concorrere i futuri neo imprenditori per riuscire a realizzare la loro idea di impresa innovativa e sociale. Con un montepremi complessivo di 800.000 euro, il Concorso raddoppia da quest'anno il suo impegno a favore dei nuovi talenti, grazie all'ingresso di importanti partner istituzionali che rappresentano l'ecosistema dell'innovazione italiana.

Torna su
MilanoToday è in caricamento