Economia Stazione Centrale / Piazza Duca d'Aosta

Spariscono i treni notturni e tutti i lavoratori vengono licenziati

Licenziati 16 dipendenti di Chef en voyage che lavoravano sul Milano-Parigi. Presidio in stazione

Cancellati i treni, cancellato il loro futuro. Fine della corsa per i lavoratori in subappalto di Thello, la società controllata al 100% da Trenitalia che si occupa dei convogli notturni Parigi-Milano-Venezia. I dipendenti di Chef en Voyage, che curavano l'accoglienza e la ristorazione a bordo, sono infatti stati licenziati "senza nessuna prospettiva", come denunciato dal sindacato Filt Cgil Milano. 

"Dal 1° luglio i treni che svolgevano la tratta Parigi-Milano-Venezia sono stati cancellati e il personale di bordo lasciato a casa”, ha annunciato Luca Stanzione, segretario generale della Lombardia. “La committenza deve farsi carico del destino di queste persone", l'appello rivolto alla stessa Thello - e a Trenitalia - dal sindacato, che per martedì  ha organizzato un presidio fuori dalla stazione centrale di Milano per accendere la luce sulla vertenza. 

La "bomba" era esplosa lo scorso anno, quando in piena pandemia Thello aveva annunciato la sospesione - avvenuta il 10 marzo - dei convogli notturni in servizio tra il capoluogo meneghino e la capitale francese. Nel giro di pochi giorni la stessa Thello aveva comunicato a Chef en Voyage la rescissione del contratto di subappalto e a nulla era servito un tentativo di tavolo convocato al Pirellone. Adesso l'ulteriore mazzata, con i licenziamenti che sarebbero diventati effettivi. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spariscono i treni notturni e tutti i lavoratori vengono licenziati

MilanoToday è in caricamento