rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia Fiera / Via Vittoria Colonna

Maldini non deve più dare 750 mila euro all'Agenzia Entrate

L'ex difensore del Milan e della nazionale ottiene la revoca dell'ingiunzione di pagamento dopo che era stato assolto anche in sede penale

Paolo Maldini ha vinto un processo civile contro l'Agenzia delle Entrate. L'ex difensore del Milan e della nazionale azzurra ha ottenuto la revoca della richiesta di 750 mila euro derivante da un procedimento in sede penale da cui però Maldini era stato assolto nel 2013.

Tutto ruota intorno ad un presunto pagamento da parte di Maldini a un funzionario dell'Agenzia, affinché effettuasse illecitamente alcuni accertamenti all'anagrafe tributaria su una persona con cui l'ex calciatore stava per entrare in società. Tuttavia Maldini si è sempre difeso spiegando di essere stato truffato dal funzionario, che agiva anche come consulente fiscale. E i giudici, al processo, avevano dato ragione a Maldini.

Nonostante l'assoluzione, però, l'Agenzia aveva preteso i 750 mila euro: ingiunzione che ora Maldini è riuscito a far revocare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maldini non deve più dare 750 mila euro all'Agenzia Entrate

MilanoToday è in caricamento