rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Economia

Lo smart working affonda le mense aziendali: manifestazione dei lavoratori del settore

Davanti alla prefettura di Milano

Lo smart working fa 'male' alle mense aziendali e rischia di far perdere il lavoro ad alcuni degli operatori: oltre cinquemila solo a Milano sarebbero coinvolti nella situazione secondo i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs che, mercoledì mattina, hanno portato un centinaio di loro davanti alla prefettura di corso Monforte.

La richiesta è quella di un intervento deciso da parte del governo con gli ammortizzatori sociali. "Sappiamo che stanno prorogando gli ammortizzatori covid, anche se non ne abbiamo la certezza. Sarebbe una buona notizia ma non basta perché il settore è fortemente in crisi", ha dichiarato Maurizio Bove, segretario della Fisascat Cisl di Milano.

"Molte aziende hanno attivato lo smart working e stanno dismettendo gli affitti di interi piani", ha proseguito il sindacalista: "Intanto si riduce il numero dei costi e dei pasti delle mense aziendali". La Fisascat Cisl chiede poi una "riforma strutturale degli ammortizzatori sociali per accompagnare il comparto in questa fase di crisi e portarlo fino alla ripresa". Una delegazione della Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs è stata poi ricevuta in prefettura al termine del presidio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo smart working affonda le mense aziendali: manifestazione dei lavoratori del settore

MilanoToday è in caricamento